“Mal de vie”

cosa esterniamo noi in realtà?
una facciata di pillole ingrata verso la vita
dove indifferenza e miseria
son cementi da svergognare
per essere in sintonia con l’aggravio
del sincero mal d’esistenza.

Nessuna pennellata di mascara potrebbe salvare
l’indizio d’una lacrima umana
scremata dal colore della vita primaverile
inverosimile, stagnante,
abbuffata di sazietà liberalizzate.
Balbuziente rimango in atono singhiozzo di lacrima
che non ha dignità perché il suo valore
è contrapposto alla diffidenza di qualsiasi miglioramento.

Glò

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/03/31/mal-de-vie/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. E’ perfetta. Rispecchia fedelmente il male di vivere.
    Se la morte è una malattia, può esserlo anche la vita.
    Non abbiamo chiesto noi di nascere.
    Tuttavia ora che ci siamo, abbassiamo la testa andiamo sulla nostra pista, nella miglior maniera consentitaci, verso il nostro ineluttabile destino migliore. Paolo.

  2. Reblogged this on PRIMO CREATORE.

  3. Stupenda!!!
    Graziella

  4. cara ,bravissima nel raccontare la vita che spesso è malattia e io ne so qualcosa…e molti ,anche senza rendersene conto.Grazie Glò.tinti

  5. A volte anche la vita è una malattia, il mal di vivere diventa pesantissimo da sopportare.La tua bellissima poesia lo esprime benissimo.
    Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: