Esteta ciarliero

Circolo La Fattoria – 40127 Bologna, Via Pirandello 6 –  Gruppo poetico Laboratorio di Parole  – Giovedì 8 dicembre 2007: Sandro Sermenghi inventa la PATASÌA, poesia tatuata sulla pelle d’una patata

(nella foto il nostro Sandrèn con il poeta Gianfranco Lauretani)

.

CIACARÅN RAFINÈ

Lu-là l é Gianfranco, ciacarån rafinè,
crudêl distrutåur dal mentidåur!
Lu-qué l é Sandrén, rimadåur batagliér,
soversîv fracasån dimónndi pôc sinzér:
cme povéta l é da pudèr ch’al vèl zér!
Lu-là l é Gianfranco, latinéssta stièt
poiétic precursåur dal vérs parfèt!
 

§

 
Quegli è Gianfranco, esteta ciarliero,
nefasto affossator del menzognero!
Questi è Sandro, rimator battagliero,
adespota enjambement poco sincero:
poveta è da tagliar che vale zero!
Quegli è Gianfranco, latinista mero,
poietico è l’alfier del verso vero!

Sandro Sermenghi

Published in: on aprile 1, 2012 at 07:40  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , ,

Aspettando Pasqua

Aspettando Pasqua,
sì fra sette giorni arriverà,
intendo quella vera
Pasqua d’Amore e di Pace
dipingo le mie uova
con inchiostro arcobaleno
è pura illusione
sventolare la bandiera dell’olivo
quando a Gaza hanno da poco
impiccato un italiano
e nel Mediterraneo
si gioca con la sorte
barconi affondati
con corpi di clandestini
dati in pasto ai pesci
senza pensare
alla Libia in fiamme
al Giappone devastato
e al nostro governo sempre più
malconcio e imbarazzato,
sì che venga presto Pasqua
ma scenda senza indugio
l’Angelo della Consolazione
a rammendare lo strappo del cuore,
non c’è bisogno in Italia
d’altra Costituzione,
solo la carta della Resurrezione.

Roberta Bagnoli

La morte è la curva della strada

A MORTE É A CURVA DA ESTRADA

A morte é a curva da estrada,

Morrer é só não ser visto.

Se escuto, eu te oiço a passada

existir como eu existo.

A terra é feita de céu.

A mentira não tem ninho.

Nunca ninguém se perdeu.

Tudo é verdade e caminho.

§

La morte è la curva della strada,
morire è solo non essere visto.
Se ascolto, sento i tuoi passi
esistere come io esisto.

La terra è fatta di cielo.
Non ha nido la menzogna.
Mai nessuno s’è smarrito.
Tutto è verità e passaggio.

FERNANDO PESSOA

Published in: on aprile 1, 2012 at 07:18  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , ,

Primavera in auto (Gloria)

 
Lui accostava l’auto con una scusa e scendeva
Lei restava con i piedi scalzi sul cruscotto o fuori dal finestrino
o li abbassava e si girava a parlare con noi.
Lei, Gloria, ci portava i dischi smessi dal juke-boxe
i Beatles i Rolling Stones
avevo un’ossessione per Lady Jane e anche
un po’ per Mellow Yellow di Donovan
le ascoltavo sempre nel mangiadischi
Dolcissima un po’ sciancata
ma non me n’ero accorta
dal naso pronunciato alla Picasso
e la linea di eye-liner agli occhi
figlia del medico del quartiere dalla malafama
dove proliferavano piccola delinquenza e balere
che ascoltava del mio amore deluso
che mi insegnava i punti del corpo
in cui mettere il profumo mentre crescevo.
Poi lui tornava con un mazzo di margherite
o un ramo fiorito rosa o bianco – era primavera –
e lei d’impulso lo abbracciava.

azzurrabianca

Carezze

Parlano alla notte le tue parole
accendendo speranze disilluse
rincantucciate nell’angolo remoto
di una vita che non vuol fallire.
E sono segrete le carezze attese
ricamate da delicata mano
vincendo del tempo il tentato oblio
d’ un giovanile sogno mai osato.

Elide Colombo

Published in: on aprile 1, 2012 at 07:04  Comments (8)  
Tags: , , , , , , , , ,