La tenerezza

A sedici anni avevo le mani appese al sole.
Sono le stesse, guarda
capaci e incontrollate. Avevo labbra per ogni vetro o fiore
per far suonare i fili dell’erba
o il tuo costato.
Se poso il loro uscio sul tuo li puoi sentire
i viaggi che non hanno mai fatto, il ritornare
ch’è il più bello spettacolo, sicuro, dell’andare.
Mi puoi ascoltare ancora la febbre dei bambini
il taciturno volgere triste del mio volto
se non ti senti affatto felice
emancipata; o se non hai del tempo per metterti vestiti
una gonnellina tutta risate
un nuovo amore.

Massimo Botturi

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/04/12/la-tenerezza/trackback/

RSS feed for comments on this post.

11 commentiLascia un commento

  1. Bellissima!
    Graziella

  2. grazie
    🙂

  3. Caro ,è la gonnella tutta risate che mi scompinfera…deliziosa.Tinti

  4. Ah, il primo amore non si scorda mai.

  5. ..eh sì, c’è bisogno di certe gonnelle
    e ricordi di mani appese al sole e giorni a volte appesi ai ricordi….

  6. Ed è di grande tenerezza questa tua poesia
    Che bella Massimo
    Ciao, Pat

  7. Mi piacciono molto le immagini
    “una gonnellina tutta risate”
    grazie
    Giuseppe

  8. e com’è che non ero ancora arrivata nel tuo bel blog ? belle, molto belle le tue poesie (posso ‘rubartene ‘ qualcuna per il mio blog?) e le immagini. a presto, Massimo

    • grazie Blumy, per i testi non ci sono problemi, per le immagini non saprei dirti; non amministro questo sito, ne sono solo un onoratissimo e umile componente
      🙂

      • ti stavo cercando e sei comparso. per le poesie mi riferivo alle tue, che sono davvero belle; quanto alle immagini, ho una pazienza infinita e le cerco nel web fino a trovare quella che mi piace di più, anche se non è sempre che trovo quella giusta. il blog è bello comunque, e mi piace la parafrasi sotto il titolo ‘Scusateci per il disagio, stiamo sognando per voi’ . davvero non banali. una buona giornata, Blumy

  9. Approfitto per ringraziare Blumy per la sua visita (casualmente mi chiamo Massimo anch’io). Tornaci a trovare! Le immagini le puoi prendere anche qui (quelle che non sono in rete sono mie ma non c’è problema). Per i testi invece non dipende da me, ovviamente ogni poeta deve dare il suo permesso. Ciao
    Massimo R. (blogmaster)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: