________________

Amici è un altra giornata di dolore, e il Cantiere si ferma ancora una volta a salutare un amico che ci lascia. Ieri a Bologna è mancato Sandro Sermenghi, il nostro unico, inimitabile, insostituibile Sandrèn. E’ una perdita ancor più dolorosa ed inaccettabile proprio perchè in questi giorni stavamo progettando un incontro con lui e gli altri amici del Circolo La Fattoria, ed io l’avevo sentito al telefono solo l’altro ieri, come sempre pieno di energia, buonumore, contagiosa vitalità. Oggi siamo tutti più poveri: l’arguzia, la cultura, l’ironia, la scoppiettante fantasia, l’estro al servizio della fine tecnica poetica, sono tutte qualità che ci mancheranno, e che ci hanno fatto apprezzare l’artista: ma per quel poco che ho potuto sentire ed intuire nell’unico breve incontro che ho avuto con lui, posso senz’altro assicurarvi che l’uomo non era da meno, e nascondeva tesori d’animo e storie di vita che oggi ho il rimpianto di non aver avuto il tempo di conoscere. Nell’unirci in un abbraccio alla cara Ersilia noi lo salutiamo ricordando la sua amicizia, il suo grande amore per la poesia ed il suo spirito indomabile contro ogni ingiustizia.

Ciaosandrèn

Published in: on aprile 14, 2012 at 06:00  Comments (23)  
Tags: