Come il Vate…io

 
il Vate:       Come quel fiume ch’ha proprio cammino
                    prima del Monte Viso ‘nver Levante
                    da la sinistra costa d’Apennino,
                  .
                    Che si chiama Acquacheta suso, avante
                    che si divalli giù nel basso letto
                    e a Forlì di quel nome è vacante,
 .    
                    rimbomba là sovra San Benedetto
                    de l’Alpe per cadere ad una scesa
                    ove dovea per mille esser ricetto;
.
io:                mi apparvero le fonti d’Acquacheta
                     bianche spade ghiacciate su quel letto
                     cantato già dal Divino Poeta,
 .
                     e affascinata fui da quell’effetto
                     di  statica armonia, tal che pensai
                     si fosse di quell’acque spento il getto.
 .
                      Assorta in quell’incanto io, ormai
                     fantasticavo sui travestimenti
                     di Dea Natura, e lì m’indugiai;
 .
                     poi, vinto lo stupore e a passi lenti
                     mi distaccai da quella meraviglia
                     cercando di arginare i sentimenti.
 .
                     Sospirando dischiusi le mie ciglia
                     che avevan nelle ghiacce trasparenze
                     colto l’incanto che ad amor somiglia
                     .
                     e lodai del Creato le valenze!

Viviana Santandrea

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/04/19/come-il-vate-io/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. E’ un canto a due voci.

  2. molto bella e sentita, grazie ciao Vivi
    aurelia

  3. Sì è un colloquio fantastico tra
    Dante (il Vate) e Viviana.
    Scenografici endecasillabi A-B-A in
    poesia descrittiva. OK.

  4. ah beh… mica male questa armonica costruzione poetica! Vivi, meno male che dici che non scrivi… complimenti per l’incanto che ci trasmetti, incastonato fra rime e terzine. brava
    azzurrabianca

  5. Fantastica, un colloquio incredibile
    Complimenti vivissimi
    Ciao, Patrizia

  6. Veramente eccezionale ed originale questo dialogo!Evviva Viviana.tinti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: