Mia similitudine

 
Mia similitudine
Percorrendo le aspre vette
Di un monte sconosciuto
E le pianure infinite
Di una solitaria prateria
Non avvistai l’orizzonte
.
Percorrendo strade
Tortuose e oscure
E viottoli sassosi tra brughiere
Di eriche e rovi
Non avvistai l’orizzonte
.
Percorrendo autostrade
Trafficate e veloci
Caselli e deviazioni
Per lavori in corso
Non avvistai l’orizzonte
.
Percorrendo oceani
Fiumi e mari
Ho incontrato una vela
Spiegata al vento
Mi sono rispecchiata
Nella sua grande randa
E avvistai l’orizzonte
.
Cercando me stessa
Trovai la mia similitudine

Danila Oppio

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/04/29/mia-similitudine/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. Bene! Hai trovato la tua “similitudine”
    specchiandoti in una vela che fluttua
    su un bellissimo mare: l’immagine è
    stupenda. Paolo.

    • Si cerca sempre, e a volte non si trova, a volte si, anche se troppo tardi e a fatica!

  2. Trovare la solitudine è passo avanti per ritrovarsi..io la cerco ancora …tinti

    • La solitudine è una cosa, Tinti, la similitudine altra! E non è sempre cercar sé stessi, piuttosto trovare chi condivide gli stessi interessi, le stesse passioni, gli stessi gusti e lo stesso amore per la natura, la poesia, la scrittura…io l’ho trovato da poco, anche qui con voi! Non sapevo che esistesse un mondo tanto bello come quello dei poeti, ed io ho sempre poetato, solo per me stessa, senza mai condividere il mio, e leggere l’altrui. Qui trovo autori formidabili. Come te, Tinti e altri che si lasciano accarezzare l’anima dalle cose belle che ancora la vita offre, malgrado le sofferenze e le avversità

      • Cara,volevo scrivere similitudine ma la parola solitudine nel cercarla mi stava dentro quindi ho scritto solitudine.So bene trattasi di due sensazioni e ricerche differenti ma io cerco nella mia solitudine la mia similitudine ,il mio senso ,il mio sentirmi simile ai simili ,la mia “somiglianza”che è concetto difficile da spiegare….e’la metafora di me…come scriveva Pavese.Grazie ancora.Tinti

  3. Hai ragione Danila, ” malgrado le sofferenze e le avversità ” bellissima la poesia. / a me delle volte guardando l’orizzonte ho la sensazione che mi fermi, non so perchè/

  4. Bellissima!!!
    Graziella

  5. Una vela nell’oceno in balia del vento … mi piace la scelta di questa immagine.
    Bello anche il mare di Massimo
    un caro saluto
    Giuseppe
    Giuseppe

  6. Spesso si cerca nei luoghi sbagliati e non ce ne rendiamo conto, ma quando arriva quel momento magico nel quale si incontrano persone e luoghi dove condividere ciò che si ama, tutto diventa magia.
    Molto bella
    Patrizia

  7. Ringrazio tutti voi per i commenti, e davvero, ringrazio Massimo per la meravigliosa illustrazione gif animata che ha inserito, pare proprio che quel mare ci voglia cullare con le sue dolci onde.
    Confermo quanto ho già scritto privatamente a Massimo: questo sito è curato molto bene, sia nella impostazione che nella pubblicazione dei testi, è di facile lettura e ricerca, al contrario di altri siti che sono in b/n e di non facile consultazione. Qui si incontrano poeti, ma soprattutto anime belle, belle davvero! Grazie di esserci, tutti voi!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: