Tre lampi di Sandrèn

ORFISMO

Della donna la beltade
canta come le sciarade

§

PAROLE

Poesia
di poche parole
solo
ti scrivo al sole.

§

LINGUAGGI

A bici di effe
giacca ielle menopi
quer estiu vize?

Sandro Sermenghi

Published in: on maggio 5, 2012 at 07:46  Comments (2)  
Tags: , , , , , , ,

Tre fiammiferi

TROIS ALLUMETTES

Trois allumettes une à une allumées dans la nuit
La première pour voir ton visage tout entier
La seconde pour voir tes yeux
La dernière pour voir ta bouche
Et l’obscurité tout entière pour me rappeler tout cela
En te serrant dans me bras.

§

Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L’ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia.

JACQUES PRÉVERT

Published in: on maggio 5, 2012 at 07:42  Comments (6)  
Tags: , , , , , , ,

La nostalgia

Viene la nostalgia a sentir piovere,
e anche senza.
Perché ci siamo messi di fronte alla bellezza
ai fili d’erba e al sole
pietrificato negli occhi, come allora
che messo un po’ di fumo sul vetro lo rapimmo
nel mentre amoreggiava la luna a penzoloni.
Ci mise dei minuti senza la canottiera,
sembrava quando avevo mio padre là vicino,
nel letto dell’estate che aveva sponde bianche.
Bella, e dolce.
La nostalgia che fa quattro nodi ad un foulard
la nostalgia dei fianchi sui quali mi tagliavo
a fare il filo come alla mola, ed all’amore
il più pericoloso e sudato, il più normanno:
la sciabola e la spina dorsale, tutta nuda.

Massimo Botturi

Autoportrait – Autoritratto

                      

HENRI JULIEN FÉLIX ROUSSEAU LE DOUANIER  –  1890

Bucolica

L’orecchio s’allarga
su campi indolenti
a cogliere versi
portati dal vento
deviati su cuori
incisi su tronchi.

Suonano campane
l’ora della sera
riposi agognati
richiamo d’armenti
zufolii dolci
nell’aria pastello.

Il cielo scolora
ritornano stelle
diamanti di notte
su nero velluto.

Lorenzo Poggi

Battaglia

(preparativi)

Parole affilo
e cingo i fianchi
con mani nude
pensieri afferro
e li frantumo
in nebbia

avvolgo di silenzio
la fortezza
e aspetto

per vender cara pelle
al grido dell’aurora

Pierluigi Ciolini

Published in: on maggio 5, 2012 at 07:13  Comments (2)  
Tags: , , , , , , , , ,