Natura

La terra e a lei concorde il mare
e sopra ovunque un mare più giocondo
per la veloce fiamma dei passeri
e la via
della riposante luna e del sonno
dei dolci corpi socchiusi alla vita
e alla morte su un campo;
e per quelle voci che scendono
sfuggendo a misteriose porte e balzano
sopra noi come uccelli folli di tornare
sopra le isole originali cantando:
qui si prepara
un giaciglio di porpora e un canto che culla
per chi non ha potuto dormire
sì dura era la pietra,
sì acuminato l’amore.

MARIO LUZI

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/05/11/natura/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. …un canto che culla per chi non ha potuto dormire….grande!tinti

  2. Speciali immagini della natura e del suo cullare la vita
    Patrizia

  3. Mi era piaciuta quando l’ ho letta o sentita la prima volta, e ancor di più mi piace oggi.
    …la veloce fiamma dei passeri
    …la via della riposante luna
    …qui si prepara un giaciglio di porpora
    …sì dura era la pietra,
    sì acuminato l’ amore.

    azzurrabianca alessandra


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: