Stragi italiane

Mi piacerebbe
gettare a mare scialuppe d’ortiche
e lunghe scie
per aprire i sentieri di morte
che lastricano il fondo.

Mi piacerebbe
portare ginestre sui morti sparati
dalla cima del monte
o fatti saltare nella frazione di tempo
d’un telecomando.

Mi piacerebbe
conoscer le mani di chi ha mischiato
la vita e la morte,
caffè e cianuro per incollare
la lingua per sempre.

Mi piacerebbe
capire qualcosa dell’intreccio indelebile
tra potere e denaro
come se Cristo
non fosse mai nato.

Lorenzo Poggi

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/06/09/stragi-italiane/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Soprattutto capirci qualcosa…ahimè quasi impossibile e frustrante.Grazie Lorenzo che ci fai pensare.Tinti

  2. Come sempre ci inchiodi ai fatti.
    Stupenda!
    Graziella

  3. non si può capire… non fa parte del mondo che vorremmo

  4. Piacerebbe a molti, ma è molto difficile per chi non vive quella che loro considerano “normalità”….
    Splendida
    Patrizia

  5. Il male che domina il mondo crea a ragione risentimenti contro la realtà.
    Giuseppe

  6. E Lorenzo esprime, col suo bello stile, i desideri di tutti. Fare chiarezza per un vivere più giusto ed onesto. Complimenti. Piero

  7. Pongo qui un ringraziamento complessivo a quanti hanno voluto commentare questa mia il cui scopo è quello di non far dimenticare. Grazie a tutti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: