Non di sole parole

Forse dovrei smettere
scrivere è quasi impudicizia
sulla terra che scuote di povericristi
case e cose

sopravvissuta a intemperanze
geofisiche letali
redigo gli atti
di permanenza usucapione
in questo corpo che mi sopravvive

come se cibo e acqua e il bene perso
risiedessero in questo mio sentire

Se fosse importante!
È invece una distanza senza metrica
distrazione da verso fatuo
l’essermi posta al margine del mondo
in una sacca d’ordine apparente.

Cristina Bove

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/06/15/non-di-sole-parole/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. anch’io ho avuto un po’ pensieri simili a quelli che esprimi in questo tuo componimento… non ne so scrivere. grazie a te e alla tua esternazione

  2. Non di sole parole è vero, ma anche le parole aiutano, si esterna quello che abbiamo dentro, come questo che io sento come un grido di dolore e ribellione a ciò che la vita riserva
    Complimenti
    Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: