Para_venti

Dal mio cantiere infranto
spando nugoli di vetro
avvoltolando cellophane
di pelle ” etichettata “
[ contrasti d’ombre
sulle porte simulate]
così al primo invadere
di magra copertura,
mi scioglierò le trecce
infastidite,
e dalla forma mentis
e_spanderò la gabbia,

specie protetta di ossa sfollate
sotto la dorsale.

Beatrice Zanini

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/07/05/para_venti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Brava Beatrice,
    molto originale e profonda.
    Un caro saluto, Paolo.

  2. Come sempre non perdi mai colpi ,ragazza mia di seta.tinti

  3. Poesia molto intesa e originale, mi ha molto colpita
    Patrizia

  4. ciao Bea, grazie di tutte le tue poesie, ti mando un pensiero


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: