L’ozio

Sono qui a contare passi mentali
per non annoiarmi di spazi
o di tempi vuoti.
L’ozio non ammette noia
si nutre di niente e di pace interiore,
ma guai a tradirlo.
Si trasforma in dio malvagio
e ti condanna all’azione
pena pazzia.
Il pazzo non ozia.
Consuma presto la vita
ad inseguire i suoi sogni.

Lorenzo Poggi

Published in: on luglio 11, 2012 at 07:38  Comments (10)  
Tags: , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2012/07/11/lozio/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. quanta verita’! a dir poco splendida

  2. cerchiamo di non tradirlo “l’ozio”… bellissima poesia, Lorenzo, un caro saluto
    aurelia

  3. Bella poesia, Lorenzo. L’ozio è il padre dei vizi. Paolo

  4. Molto interessante, filosofica visione dell’ozio.
    Simone

  5. intensamente originale e particolare la tua bella poesia
    Il Passero

  6. Come sempre ci stordisci mostrandoci verità.
    Un saluto affettuoso
    Graziella

  7. Bisogna saperlo gustare l’ozio! Guai a chi non sa stare senza far niente! Grazie a tutti.

  8. Hanno già detto tutto gli amici!tinti

  9. Filosofeggia sull’ozio, il più delizioso dei vizi, (proprio perché di questi, si dice, sia padre), il bravo Lorenzo, con stile perentorio ed il suo bel poetare. Piero

  10. Molto bella, la verità detta con signorile filosofia
    Complimenti, Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: