Sentire

ciò che voglio
sta in una mano
nel palmo morbido d’un sogno
un’infinita carezza
fatta di parole
sussurrate all’orecchio
e dita intrecciate
in nodi d’amore.
ciò che voglio
è un abbraccio tenero e forte
come un fiore nato tra i sassi
e qualcuno
che ascolti le mie parole
quando non so cosa dire.

astrofelia franca donà

Published in: on settembre 24, 2012 at 07:47  Comments (6)  

Solo e soltanto un uomo

Un lago di luci magnetiche
colora la valle d’incanto e magia.
Non resisto al fascino di queste file di lucciole.
Se però poso lo sguardo oltre tale bellezza,
laggiù dove il cielo nero vorrebbe chiudere il sipario,
allora rinizio a sentire il peso di essere
solo e soltanto un uomo.

Simone Magli

Published in: on settembre 24, 2012 at 07:39  Comments (8)  

Silenziosa compagna

Ma dove sta ? non mi risponde
a gli occhi miei lei si nasconde

mi giro intorno per agguantarla
gli dico ferma ma lei non mi parla

ora sommessa sta un passo indietro
ora di corsa non gli sto dietro

ma nella notte sotto una luce
mi tiene per mano e mi conduce

Pierluigi Ciolini

Published in: on settembre 24, 2012 at 07:25  Comments (5)  

Capacità di misura

Ogni tanto stono
equilibri di pensiero
camminare in assetto di parola
non è gestire mite
ma vibra di sotto l’ala
mia più pura
indole di fuoco

certezza che incendia
chi mi vuole lontananza.

E sulla scia del tempo
breve
come un respiro interrotto
si taccia adesso la profezia del santo
parabola di antica stirpe
che non mi appartiene.

Premura invece avrò
per le tempie scoperte al sole
del deserto
che mi ritorna prodigo
e la fatica luminaria

una goccia d’acqua
o di sudore
a starci dentro.

Beatrice Zanini

Published in: on settembre 24, 2012 at 07:21  Comments (4)  

Selvagge notti

WILD NIGHTS – WILD NIGHTS!

Were I with thee
Wild nights should be
Our luxury!

Futile – the winds –
To a Heart in port –
Done with the Compass –
Done with the Chart!

Rowing in Eden –
Ah, the Sea!
Might I but moor – tonight –
In thee!

§

Fossi io con te, sarebbero
Selvagge notti
La nostra voluttà!

Futili – i venti –
A un cuore in porto –
Niente più bussola –
Niente più mappa!

Ah, remare nell’eden –
Ah, il mare!
Potessi gettar l’àncora – stanotte –
In te!

EMILY DICKINSON

(traduzione di Letterio Cassata)

Published in: on settembre 24, 2012 at 07:18  Comments (4)