Il vecchio soldato ritorna

Quindicenne lasciai la casa per la guerra;
ora che son vecchio mi hanno rilasciato
e zoppicando torno verso casa.
Son tornato al villaggio ed ho chiesto
chi vive oggi nella mia vecchia casa.
Mi hanno mostrato, mi han detto:
« Guarda, il tuo posto è lassù,
quel piccolo monte coi pini
e i cipressi d’attorno;
è tutta deserta, i conigli
sono in ogni buco e i fagiani
stridono dalle travi del tetto;
nel cortile è spuntato il frumento
e l’ortica sull’orlo del pozzo ».
Sono andato a vedere la mia casa,
ho arrostito un poco di grano,
una zuppa di erbe ho cucinato;
sono uscito poi sopra la soglia,
ho guardato ad Oriente, mi son chiesto
chi mai possa mangiare con me;
poi le lacrime son venute,
la mia sciarpa s’è fatta piu fredda.

ANONIMO CINESE
Published in: on Mag 12, 2013 at 07:44  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2013/05/12/il-vecchio-soldato-ritorna/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Grazie Massimo…

    caro vecchio soldato questa è la triste realtà amico mio..

    ggc

  2. Quanta verità tristissima da tenere presente sempre.Grazie Max!tinti

  3. Nuda e cruda la realtà della vita.
    Giuseppe


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: