Salubre brezza

 

Quando un’ombra di sole
accarezza visione fantastica,
salubre brezza salmastra
lieve in morbido sogno
si elèva dal mare con gocce
di spruzzi, invola con salti
strapiombi in musica dolce
ed eterna, allora si nasce!

 Paolo Santangelo

Published in: on ottobre 24, 2013 at 07:41  Comments (5)  

Esilio

Kavaja

Partendo dal tempo
in cui  me ne sono andata,
mi manca
un pezzo di cielo
per coprirmi la testa
dal tempo che cambia

Anileda Xeka

Published in: on ottobre 24, 2013 at 07:31  Comments (3)  

Mia prima luce…

Passero2

Mia prima luce
nel mattino
la città era così fredda

Tu non puoi perdermi,
la nostra stanza è sempre qui,
nel cuore della notte.

Per non ferirti
t’ho riposato così

qui accanto

un passero
caduto nel bianco

Antonio Blunda

Published in: on ottobre 24, 2013 at 07:21  Comments (2)  

La canzone popolare

Alzati che si sta alzando la canzone popolare
se c’è qualcosa da dire ancora
se c’è qualcosa da fare
alzati che si sta alzando la canzone popolare
se c’è qualcosa da dire ancora
ce lo dirà
se c’è qualcosa da imparare ancora
ce lo dirà.

Sono io oppure sei tu
che hanno mandato più lontano
per poi giocargli il ritorno
sempre all’ultima mano
e sono io oppure sei tu
chi ha sbagliato più forte
che per avere tutto il mondo tra le braccia
ci si è trovato anche la morte
sono io oppure sei tu
ma sono io oppure sei tu.

Alzati che si sta alzando la canzone popolare
se c’è qualcosa da dire ancora
se c’è qualcosa da fare
alzati che si sta alzando la canzone popolare
se c’è qualcosa da capire ancora
ce lo dirà
se c’è qualcosa da chiarire ancora
ce lo dirà.

Sono io oppure sei tu
la donna che ha lottato tanto
perché il brillare naturale dei suoi occhi
non lo scambiassero per pianto
e invece io, lo vedi da te
arrivo sempre l’indomani
e ti busso alla porta ancora
e poi ti cerco le mani
sono io, lo vedi da te
mi riconosci, lo vedi da te.

Alzati che sta passando la canzone popolare.

Sono io sono proprio io
che non mi guardo più allo specchio
per non vedere le mie mani più veloci
né il mio vestito più vecchio
e prendiamola tra le braccia questa vita danzante
questi pezzi di amore caro
quest’esistenza tremante
che sono io e che sei anche tu
che sono io e che sei anche tu.

Alzati che si sta alzando la canzone popolare.

Alzati che sta passando la canzone popolare
se c’è qualcosa da dire ancora
ce lo dirà
se c’è qualcosa da chiarire ancora
ce lo dirà
se c’è qualcosa da cantare ancora
si capirà.

IVANO FOSSATI

Published in: on ottobre 24, 2013 at 07:03  Comments (1)  

Geografico sentore

     

      Oh! il niente pien di cose
      di foglie sinforose
      in buste natalizie
      nascoste da calvizie:

      oh! ascosto in mausoleo
      di donne un gineceo
      insieme al gran pigmeo
      che scrive un imeneo:

      oh! acrostico di vita
      geografico sentore
      che vive da eremita
      con grande buonumore:

      oh! veh quel manicheo
      dire che il cireneo
      s’immise nel corteo
      perch’era epicureo:

      oh! e dopo le iniziali
      vocali o consonanti
      tornare a svolazzare
      con l’ali mie sognanti:

      fra i denti oh tre ciabatte
      e in mano il cappuccino
      in testa un po’ di latte
      e ai piedi un salamino:

      due bolle di sapone
      sul palco di un teatrino
      e oh! dentro il pesciolino
      scandire una canzone:

      spedir sei marameo
      oh! a chi m’intendo eo
      plebeo o corifeo
      babbeo o cicisbeo:

      cantare a squarciagola
      grugni e linguacce a tutti
      suonare oh! la mandola
      raccoglier buoni frutti:

      quindi oh! di poesia
      gridarne a tutto il mondo
      e in giro rubicondo
      pompare sulla via:

      quest’è la speme antica
      di arditi sognatori
      evviva la formica
      oh! a tutti i trovatori!

      Sandro Sermenghi

Published in: on ottobre 24, 2013 at 06:53  Comments (4)