Nasce e muore

Mi sciogli come neve al sole
mi sciogli con le tue parole
correre vorrei da te
amarti usurarti consumarti

il tuo nome invano
pronuncio vivo profano
sotto quella stella che mi innamora
sotto quella luna che ti implora

nessuno la prende nessuno la rende
è una canzone una semplice emozione

prendila di striscio prendila come ti pare
ma prendila per il suo amore

Il Passero

Published in: on dicembre 3, 2013 at 07:34  Comments (14)  

Lettera a Dio

Lettera a Dio

Si attacca in tutti i modi
la vita qui a noialtri.
Possiamo non capire granché di medicine
di viaggi o altri scopi supremi
ma l’amiamo. E apriamo a lei la porta
con tutti i nostri pori.
Fosse anche il canto in un’Osteria
o un grido informe
a quella vacca gravida che rompe l’acqua a notte.
Ridiamo come gli angeli se il figlio ha fatto goal
se ha smesso la sua febbre e non tossisce più.
Proviamo ad asciugare una lacrima d’addio
e a farne centomila di nuove
appresso a un film.
Danziamo se una donna superba viene a noi
ci innamoriamo a braccio, precisi
appassionati. L’arrivo delle rose e dell’api
è una sorpresa
gli odori ci ricordano il tempo, e la natura;
capezzoli di madre e poi un bel sonno antico.
La favole
i colori
i giorni disperati
il sole che si beffa di tutti
e sorge ancora.

Massimo Botturi

Published in: on dicembre 3, 2013 at 07:21  Comments (11)  

Padre

Cappello
 
Improvvisamente, tu, qui.
Col tuo cappello grigio,
la sigaretta in bocca
e
quel sorriso a mezzo
di bene e rimprovero.
Sono felice e tranquilla,
ti aspettavo da tanto.
Ti sorrido silenziosa
sommersa
da un fiume
d’amore.
Padre dolce,
tornato a me
dalla porta del ricordo
spalancata
dal leggero
colpo d’ala
di un angelo.

Piera Grosso

Published in: on dicembre 3, 2013 at 07:09  Comments (8)  

Dentro

Guardami dentro
dietro quello specchio
che i miei pensieri appannano
in fondo agli occhi
ad uno sguardo nuovo
immenso e profondo.
Leggi oltre
oltre un limite che non esiste
oltre l’immaginario
fin dove si spinge la mente
nei recessi sconosciuti
e tocca un punto
dove il cuore non possa soffrire.

astrofelia franca donà

Published in: on dicembre 3, 2013 at 07:03  Comments (7)  

Invito all’Erano

Venite al tempio sacro delle vergini
dove più grato è il bosco e sulle are
fuma l’incenso.
Qui fresca l’acqua mormora tra i rami
dei meli: il luogo è all’ombra di roseti,
dallo stormire delle foglie nasce
profonda quiete.
Qui il prato ove meriggiano i cavalli
è tutto fiori della primavera
e gli aneti vi odorano soavi.
E qui con impeto, dominatrice,
versa Afrodite nelle tazze d’oro
chiaro vino celeste con la gioia.

SAFFO

Published in: on dicembre 3, 2013 at 06:52  Comments (4)