Scendere agli inferi

Facilis descensus Averno:
noctes atque dies patet atri ianua Ditis;
sed revocare gradum superasque evadere ad auras,
hoc opus, hic labor est.

§

Scendere agli Inferi è facile: la porta di Dite è aperta notte e giorno; ma risalire i gradini e tornare a vedere il cielo, qui sta il difficile, qui la vera fatica.

PUBLIO VIRGILIO MARONE       (Eneide VI, 126-129)

Published in: on febbraio 7, 2014 at 06:58  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2014/02/07/scendere-agli-inferi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Ricordi lontani dei miei studi classici! Grazie caro Max! Piera

  2. Una fatica veramente immane!!!
    Patrizia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: