Ultimo ciak

Il nulla entra dentro me
come lama d’acciaio….
Mi penetra piano e
scava, scava con la freddezza
di un killer …… e ride,
noncurante se il cuore
piange lacrime rosse…
E’ l’ennesimo copione
su un palcoscenico scaduto
solita trama, solito regista,
solita protagonista,
solita scena rivisitata….

” Anche stasera non si è registrato il tutto esaurito “

Beatrice Zanini

Published in: on febbraio 20, 2014 at 07:45  Comments (8)  

Sfogo

 
Sono ancora nella mia Calabria piena di sole
i profumi entrano in me straripandomi
mimando sul volto sapori, pensieri, sospiri
 .
Il vento m’accarezza come le sue colline
spettinando frasche, corbezzoli, capelli
in questa terra dove immagino il  mio vero autunno.
 .
Ma, altrove, ingoierò sapori, aromi tuoi
cari a te come io i miei, respirerò
dove il muschio fa da bussola, la nebbia da padrona
e lo smog fra la gente circola normalmente.
 .
però, il mio fato è già deciso dagli Dei
Così, con te mi sfogo come se tu fossi colei che i prati
ho pascolato insieme da anni.
 .
Sono un anima sola
che cerca di ancorare parole
In questo mondo che necessita scambio e confronto.

Rosy Giglio

Published in: on febbraio 20, 2014 at 07:42  Comments (12)  

Illumino la notte

Ritmo
incedere lento
frettoloso
nella calca

folla nella mente
preoccupazioni
si sovrappongono
sovrastano
stravolgono
distruggono speranze

risucchio il tempo
minaccioso
soffio su nebbia
che avanza
richiamo raggi di luce
illumino la notte

Maristella Angeli

Published in: on febbraio 20, 2014 at 07:41  Comments (12)  

Ad Assisi

(Qui vedo e sento ténebra e luce fulgida essenza)

QUI,
solo,
penso
al futuro,
penso al niente che siamo
e – mentre penso –
ascolto la tristezza
del silenzio.
VEDO,
tra le foglie intorno
del verde del paese
d’ Assisi,
come un sogno
il passato: il tempo
si è fermato.
E SENTO
l’amaro del sentire,
ché un bimbo e un vecchio
stanchi,
a quella porta
di quella chiesa,
tendono – a un-non-so-chi –
la mano.
TENEBRA E LUCE
pérmeano di noi
tutto in un tutto,
e, noi,
subiamo
quelle dita di fuoco
fredde,
Essere
dello spazio
senza tempo.
FULGIDA ESSENZA,
da aliène
conoscenze edòtta,
onirica,
saetta
la natura sul punto,
che vita
brilla
intorno!

Paolo Santangelo

Published in: on febbraio 20, 2014 at 07:31  Comments (9)  

Tornerai

Tu sai che t’amo;
Mon ho che te
Mi stai lontano;
Dimmi perché?
La nostalgia
Mon senti in cuor?
Non ti ricordi di me?
Que sta mia vita
Non può durar,
Tu sei fuggita
De ritornar;
Questo mio cuor
Ti duole ancor.

Tornerai da me
Perchè l’unico sogno sei
Del mio cuor.
Tornerai
Tu perché,
Senza i tuoi baci languidi
Non vivrò.
Ho qui dentro ognor
La tua voce che dice
Tremando “Amor”
Tornerò
Perché tuo è il mio cuor!

NINO RASTELLI      (musica di Dino Olivieri)

Published in: on febbraio 20, 2014 at 07:29  Comments (2)