Aspettami ed io tornerò

Aspettami ed io tornerò,
ma aspettami con tutte le tue forze.
Aspettami quando le gialle piogge
ti ispirano tristezza,
aspettami quando infuria la tormenta,
aspettami quando c’è caldo,
quando più non si aspettano gli altri,
obliando tutto ciò che accadde ieri.
Aspettami quando da luoghi lontani
non giungeranno mie lettere,
aspettami quando ne avranno abbastanza
tutti quelli che aspettano con te.

Aspettami ed io tornerò,
non augurare del bene
a tutti coloro che sanno a memoria
che è tempo di dimenticare.
Credano pure mio figlio e mia madre
che io non sono più,
gli amici si stanchino di aspettare
e, stretti intorno al fuoco,
bevano vino amaro
in memoria dell’anima mia…
Aspettami. E non t’affrettare
a bere insieme con loro.

Aspettami ed io tornerò
ad onta di tutte le morti.
E colui che ormai non mi aspettava,
dica che ho avuto fortuna.
Chi non aspettò non può capire
come tu mi abbia salvato
in mezzo al fuoco
con la tua attesa.
Solo noi due conosceremo
come io sia sopravvissuto:
tu hai saputo aspettare semplicemente
come nessun altro.

KONSTANTIN MICHAJLOVIČ SIMONOV

Published in: on marzo 24, 2014 at 07:45  Comments (4)  

Se potessi

Se potessi
 
Se la tela del mio passato
ridipinger potessi,
molti istanti perduti ricolorerei.
 .
Darei  baci mai dati,
tratterrei  ogni  carezza
e lo schiaffo mediterei .
Immobile guarderei  la luna
lasciando libere lacrime
cader per l’emozione.
Direi parole mai dette
cancellando le  bugie
insieme a  mille verità.    
 .
Spenderei ogni spicciol di  tempo
 che ora so non essere infinito.                       

Alberto Baroni                                               

Published in: on marzo 24, 2014 at 07:28  Comments (13)  

Un fiore

 
In uno dei tanti viali del mio paese
tutti i giorni vedo un fiore
che non vuole crescere.
Nessuno gli dà acqua
se non il cielo
stretto com’è tra pietre e mattoni
tra corpi che s’incrociano
e si ignorano.
 
Ogni mattina lo guardo
e penso che quel fiore
voglia amore e protezione
desiderio tra umani nelle albe
e nei tramonti di una vita..
 
Ma ho paura di coglierlo
mi sembra fragile
vorrei…
oggi vento di tramontana
non l’ho visto…
 
quel bambino!
 
Gavino Puggioni
Published in: on marzo 24, 2014 at 07:23  Comments (9)  

Grigio pomeriggio

Tetti innevati
cielo grigio
fumo d’inverno
freddo sottile

sotto un abete
al limitar del bosco
rabbrividisce l’anima
in cerca di calore

un giallo tepore
illumina la stanza
nel blu dell’imbrunire

una tv si accende
il mondo compare
con le notizie del tg
sullo schermo

è ancora bianca
per fortuna la neve,
bianca come sempre,
malgrado tutto.

Sandro Orlandi

Published in: on marzo 24, 2014 at 07:18  Comments (13)  

Un fiore è spuntato

Un fiore è spuntato
sulla tue labbra, e l’ho raccolto.
Lo stringo tra le mani
per ridartelo, un giorno
quando uno sguardo tuo
m’avvolgerà soave,
e più di adesso
ti sentirò vicina.
Si sfioreranno le labbra
– ispirazione e incanto –
e quel che verrà poi…è già poesia…

Armando Bettozzi

Published in: on marzo 24, 2014 at 07:01  Comments (4)