Essenze preziose

L’albero
Quei pendenti trasparenti
alberi che orecchini indossano
tremuli ondeggiano al vento
occhi trasparenti
tintinnano
come campanelli
alle caviglie di donna d’oriente
parlano lingua indi
narrano storie
a chi sa ascoltarle

Maristella Angeli

Published in: on maggio 5, 2014 at 07:40  Comments (10)  

Andare insieme

Andare insieme

Andare insieme d’arcoceleste sulla tua arcata d’avorio
il mio seme piuma dopo piuma si inabissa dolcemente
tra le tue costole rocciose
quando anche il nostro uccello segreto non potrà essere udito
io ti tratterrò come una bilancia
soppesando l’infinita qualità del tuo odore
di prima mattina
dopo la lunga maratona della notte imperlata
crocifissa
e risorta…
dimentica quelli che fanno propaganda per te
posso essere più guizzante di una qualsiasi vecchia cosa romantica
il tuo nido è il mio nido e le lenzuola sporche mi ricordano quando è giusto lasciarsi
alle spalle le vecchie case sui tram ed i trampolieri ubriachi
e tutte quelle altre cose come correre in tondo gridando -la luna mi segue, la luna mi
perseguita-

Andare insieme, sinonimo di coito, sinonimo di eterno, sinonimo di lasciamo che duri
il mio seme piuma dopo piuma che poi è il tuo seme
il nostro riparo arcoceleste sulla tua arcata d’avorio mentre ti domando:
si può trovare il miele dove diventi cavità di fiotti sotterranei?
Io, cerco tra i sassi!

Massimo Pastore

Published in: on maggio 5, 2014 at 07:27  Comments (3)  

L’angelo bugiardo

EL ÁNGEL MENTIROSO

Y fui derrotada
yo, sin violencia
con miel y palabras
Y, sola, en provincias
de arena y de viento
sin hombre, cautiva

Y, sombra de alguien
cien puertas de siglos
tapiaron mi sangre.
¡Ay luces! ¡Conmigo!
Que fui derrotada
yo, sin violencia,
con miel y palabras.

§

E fui sconfitta
io, senza violenza,
con miele e con parole.

E, sola, in province
di sabbie e vento,
senz’uomo, prigioniera.

E, ombra di qualcuno,
cento porte di secoli
murarono il mio sangue.

Ahi, luci! A me!
Che fui sconfitta,
io, senza violenza,
con miele e con parole.

RAFAEL ALBERTI

Published in: on maggio 5, 2014 at 07:17  Comments (1)  

Il temporale

La sofferenza
e il peso
della nuvola
misurano il peso alla leggerezza delle molecole nell’aria.
Le circondano
e le sostengono
i contrappesi di un’anima posata sui coppi di una vita
… sala d’attesa sino all’ultimo suo gemito…
poi mi scoppierà nel cuore il fragor del fulmine
ed il tuono chiuderà il cerchio del mio cielo.

Enrico Tartagni

Published in: on maggio 5, 2014 at 06:57  Comments (2)  

Cielo rosa

Ripensando
le tue mani
che cercavan le mie.
Ripensando
a quando le aspettavo
impaziente.
Ripensando
noi uniti nella sera
sotto un cielo del colore
di fenicotteri rosa.

Sandra Greggio

Published in: on maggio 5, 2014 at 06:54  Comments (15)