I fiori della giovinezza

Che vita c’è, che gioia senza Afrodite dorata?
Giunga la morte, quando non avrò più nel cuore
l’amore che si cela e i doni di miele ed il letto,
fiori della giovinezza che vanno colti subito
per gli uomini e le donne: ma quando giunge penosa
la vecchiaia, che rende brutto e sgradito l’uomo,
sempre gli rode il cuore un tarlo d’oscuri tormenti,
nè guarda più con gioia verso i raggi del sole,
ma i ragazzi lo scansano, ne hanno disprezzo le donne:
tanta gravezza diede alla vecchiaia un dio.

MIMNERMO

Published in: on Mag 16, 2014 at 07:03  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2014/05/16/i-fiori-della-giovinezza/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. Grazie caro Massimo..ritorno ancora una volta con questa lirica al mio tempo antico..
    al ricordo del mio caro Maestro di greco il compianto Prof. Teodoro Ciresola.

    ggc

    • come pure al ricordo nei due anni del Ginnasio del caro Prof. Giuseppe Siclari che mi iniziò alla lingua di Esiodo e di Omero

      ggc

  2. bellissima e significativa poetica d’altri tempi…

  3. Uno splendido salto nel tempo antico!!
    Patrizia

    • Grande inno allo ammore-grazie Max sempre-tinti

  4. Però…grande! Il concetto è sempre attuale. Rosy


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: