Ci vuole amore

non basta + carta e penna
x colorare di verdazzurro
il punzone di ghiaccio
che la parola ha conficcato
nel cuore della poesia
ci vuole amore

Giovanni De Simone

Published in: on agosto 27, 2014 at 09:50  Comments (7)  

L’ora dei ladri

Heart Thief

Quando il sole picchia sugli androni
e le strade sfuman di calore
il sonno scende e appisola la mente
e voi dormite saporitamente.
Questa è l’ora dei ladri.. e dei poeti…
Entro in azione silenziosamente
vo’ nelle case e rubo un po’ di cuore
a qualche donna che giace addormentata,
che il petto aperto s’è dimenticata,
per costruire versi e poesie!
Serrate bene allor porte e finestre
l’antifurto dovete regolare,
perché un poeta il cuor vi può rubare.

Salvatore Armando Santoro

Published in: on agosto 27, 2014 at 07:40  Comments (5)  

Ritorno inaspettato

 
E’ tornato inaspettato
vecchio gelo a reclamar
me stessa in ugual misura,
nonostante querule proteste
sordo, chiuso
peggio d’un ligio esattore
non vuol sentire alcuna ragione
continua ad additarmi il conto da pagare
e lo sguardo smarrito cerca rifugio
in quel timido squarcio di sereno
che adesso inonda d’insperato raggio
il mio già spento giardino.
Si smuove il vento a compassione
dell’ultime foglie coriacee
al sempre verde ramo attaccate,
sfiorandole le fa vibrare di palpiti sommessi
ed il mio stranito cuore impercettibile
si scioglie e va ad accoglierle nell’ultimo
estenuante, infinito volo
mentre il cardellino dal becco fiero
mi porge timido il capino
quasi ad accennar un dolce gorgheggio,
forse vuol solo una briciola d’amore
e l’anima s’arrende,
con un salto sublime quasi da trapezista nata,
spedisce al mittente il bieco esattore
e fa del valzer di foglie e di pensieri
anelito d’anticipata primavera.
Oggi può aspettare il freddo
a stender manto di decantato vanto,
come nemico sconfitto indietreggia
nella trincea d’ottusa oscurità
ed io piena di luce ho la voce
melodiosa più del cardellino,
perdonatemi amici se vi posso apparir
poco umile….è solo l’amore
che spinge e sazia la penna
in un semplice accordo di fiato.

Roberta Bagnoli

Published in: on agosto 27, 2014 at 07:38  Comments (4)  

Un nero puntolin caudato

Trovò la mamma un giorno ormai lontano
nel giardino di casa un nero puntolin caudato
solo spaurito abbandonato il debol miagolare
venne poi il bambino e pose una ciotola di latte
da allora Virgola nera micina trovò una casa.
Crebbe negli anni il bambino crebbe la gattina
quindici anni di gioia di fusa di carezze e di sorrisi
ieri tutto finì la nera parca si prese quell’amica
in pianto è oggi quel bambino diventato adulto.

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on agosto 27, 2014 at 07:25  Comments (5)  

Il cerilo

O fanciulle che il dolce suono seguite con soave
voce, non più le membra ho docili. Fossi il cerilo
che con le alcioni passa sereno sul fiore dell’onda,
uccello di primavera, colore delle conchiglie!

ALCMANE

Published in: on agosto 27, 2014 at 07:18  Comments (4)