L’accenno di un canto primaverile

Disgelo

Il vento portò da lontano
l’accenno di un canto primaverile,
chissà dove, lucido e profondo
si aprì un pezzetto di cielo.
In questo azzurro smisurato,
fra barlumi della vicina primavera
piangevano burrasche invernali,
si libravano sogni stellati.
Timide, cupe e profonde
piangevano le mie corde.
Il vento portò da lontano
le sue squillanti canzoni.

ALEKSANDR ALEKSANDROVIČ BLOK

Published in: on gennaio 11, 2015 at 06:58  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2015/01/11/laccenno-di-un-canto-primaverile/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Un accenno di canto primaverile che da forza per continuare a vivere in mezzo a tante difficoltà. Molto molto bella.
    Grazie Massimo.
    Saluti, Patrizia

  2. Concordo con il commento di Patrizia! Piera


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: