Illusione

E’ appena incominciata ed è già finita
questa storia che fugge dalla mia vita
credevo di poter amare ancora
di essere quel lui che ti innamora

solo qualche bacio dalle tue labbra
qualche carezza in cerca di tenerezza
mi piace nel profondo la tua dolcezza
riempie l’anima mia che sen’ebbra

ti stringo ancora a me or che non ci sei
io amo, amo tutto quello che tu sei
stavo qui da solo, ma poi è arrivata lei.

Il Passero

Published in: on gennaio 27, 2015 at 07:42  Comments (9)  

Scelte

Scelte

Vivo ancor percorrendo

l’ inestricabile dedalo di dubbi

quali son le strade della vita,

che come matrioske

si incastrano l’une nell’altre,

o si spezzano in mille cristalli,

travolgendoti, esaltandoti,

mai lasciandoti tornare.

Mete dal cuor privilegiate

o da sciocca malafede,

come menzogna a me stesso

nel rifiutar di scegliere,

ma alfin sempre scegliendo.

Ora in dolci notti

ripenso al primo amore,

al crescere dei figli,

ai miei che mi hanno amato

e in tristi notti insonni

a un amore sbagliato,

ai soldi persi fra le dita,

ai ricusati amici.

Ma presto dal viso rifiuto

lacrima avvolta nel rimpianto,

conscio d’aver sbagliato tanto…

ma vivamente anche vissuto.

Alberto Baroni

Published in: on gennaio 27, 2015 at 07:23  Comments (8)  

La farfalla

L’ultima, proprio l’ultima,
di un giallo così intenso, così
assolutamente giallo,
come una lacrima di sole quando cade
sopra una goccia bianca
– così gialla, così gialla! –
l’ultima,
volava in alto leggera,
aleggiava sicura
per baciare il suo ultimo mondo.
Tra qualche giorno
sarà già la mia settima settimana
di ghetto:
i miei mi hanno ritrovato qui
e qui mi chiamano i fiori di ruta
e il bianco candeliere del castagno
nel cortile.
Ma qui non ho visto nessuna farfalla.
Quella dell’altra volta fu l’ultima:
le farfalle non vivono nel ghetto.

PAVEL FRIEDMAN

Published in: on gennaio 27, 2015 at 07:04  Comments (3)  

Attimi

Inseguono minuti
le lancette coperte di noia
sbadigliano ore
nello spogliare della sera
mentre le nuvole inghiottono
gli avanzi del giorno
e la sera intreccia,
nell’infuso vermiglio,
liquidi raggi di sole.
Notte sarà
nei sussurri di luna
in bisbigli d’amore
in carezze prolungate
in attimi che arrestano il tempo
e il respiro è l’unico battito
a dare un senso alla vita.

astrofelia franca donà

Published in: on gennaio 27, 2015 at 06:58  Comments (6)  

Dove sfocia l’orrore

Annoverando scheletri d’amore

sfiora il cielo la cima di pensieri

ma suona  ancora sempre

contro il tempo

una qualche anima impostata

dagli atavici geni, modellata

dalla voce distorta che conduce

ad ancorare crediti di voglie

debilitando il cuore.

Una vita non basta a contenere

il peso di uccidere la gioia

negli occhi di bambini,

il conto del castigo si protrae 

oltre la frontiera,

forse potrebbe il pentimento

scerbare il torto dai pensieri

lottando con i muscoli del cuore,

ma pagine di storia degli orrori

esultano ancora

negli animi dannati

e sovversivismo incalza,

il pentimento

rigettato da nuvole si perde

dentro un labirinto di parole.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on gennaio 27, 2015 at 06:50  Comments (8)