Another Brick in the Wall

Daddy’s flown across the ocean
Leaving just a memory
A snapshot in the family album
Daddy what else did you leave for me
Daddy what d’ya leave behind for me
All in all it was just a brick in the wall
All in all it was all just bricks in the wall

We don’t need no education
We don’t need no thought control
No dark sarcasm in the classroom
Teachers leave the kids alone
Hey teacher leave us kid alone
All in all it’s just another brick in the wall
All in all you’re just another brick in the wall

I don’t need no arms around me
I don’t need no drugs to calm me
I have seen the writings on the wall
Don’t think I need anything at all
No, don’t think I need anything at all
All in all it was all just bricks in the wall
All in all you were all just bricks in the wall

§

Papà è volato al di là dell’oceano
Lasciando solo un ricordo
Un ‘istantanea nell’album di famiglia
Papà, cos’altro mi hai lasciato?
Papà, cosa hai lasciato per me?
Dopo tutto era solo un mattone nel muro
Dopo tutto, in fondo erano solo mattoni nel muro

Non abbiamo bisogno di educazione
Non abbiamo bisogno di controllo del pensiero
Niente tetro sarcasmo in classe
Insegnanti, lasciate in pace i ragazzi
Ehi, professore, lascia stare noi ragazzi
Dopo tutto, è solo un altro mattone nel muro
Dopo tutto, sei solo un altro mattone nel muro

Non ho bisogno di braccia che mi stringano
Non ho bisogno di droghe per calmarmi
Ho visto come questa storia andrà a finire
Non pensare che io abbia bisogno di qualcosa
No, nonpensare che io abbia bisogno di qualcosa
Dopo tutto erano solo mattoni nel muro
Dopo tutto eravate tutti solo mattoni nel muro

ROGER WATERS

Published in: on febbraio 19, 2015 at 07:20  Comments (2)  

Nulla possiedo

nulla possiedo e tutto.
m’appartiene il sempre dell’attimo in cui
interamente appartengo.

Anileda Xeka

Published in: on febbraio 19, 2015 at 07:02  Comments (6)  

All’ombra d’un grattacielo

voglio sentire il vuoto al plesso solare
vedere la mia immagine
cadere tra le nuvole,
addormentarsi nella pace.

All’ombra d’un grattacielo
voglio un sogno americano:
due amanti lontani
che riescono a toccarsi,
tra l’Oceano Atlantico
e il Mar Mediterraneo.

Perché sotto questo cielo
tutto è possibile
e i pensieri irrealizzabili
continuano a remare.

Michela Turchi

Published in: on febbraio 19, 2015 at 06:57  Comments (2)  

Abbadia di Fiastra

Fiastra

Implacabile sibila il grecale

spazza foglie cadute

straccia fogli di giornale

urla rabbioso al sole di gennaio

che immobile e gelido

osserva dall’alto.

Secchi rami di quercia

ondeggiano spaventati

cime di neve dormono indifferenti.

Forti di roccia si ergono

queste mura di secoli

a proteggere chi tra esse si rifugia

a sfidare il vento che fuori grida furioso

ad ascoltare il respiro di anime inquiete

che urlano in coro insieme ad esso.

E dietro piccoli lumini accesi

davanti alla dolce effigie inginocchiata

le tue mani giunte a preghiera

a sussurrar parole di speranza

di pace

e a riparar dal freddo.

Sandro Orlandi

Published in: on febbraio 19, 2015 at 06:56  Comments (2)  

Un abito blu

Un abito blu

Chiaro blu

Cielo a luna piena

Che non smarrisce

Non sgomenta

Nell’immensità

Di una notte

Scura e piena

Di infinite stelle

Non stordisce

Lo sguardo e la mente

Morbido blu polveroso

Di notte rassicurante

Che ha tracce di terra

Che tiene i confini

E illumina i passi

Notte di ambizioni modeste

Fatta per stare con se stessi

Notte in cui ti addentri

Fra sogni e realtà

E addenti un odore di bosco

E senti qualche suono animale

Notte che ancora ti tiene

Nell’uniforme e soffuso

Chiarore di un lume

azzurrabianca

Published in: on febbraio 19, 2015 at 06:52  Comments (2)