Offerta

OFFRANDE

Mes livres je les fis pour vous, ô jeunes hommes,

Et j’ai laissé dedans,

Comme font les enfants qui mordent dans des pommes,

La marque de mes dents.

J’ai laissé mes deux mains sur la page étalées,

Et la tête en avant

J’ai pleuré, comme pleure au milieu de l’allée

Un orage crevant.

Je vous laisse, dans l’ombre amère de ce livre,

Mon regard et mon front,

Et mon âme toujours ardente et toujours ivre

Où vos mains traîneront.

Je vous laisse le clair soleil de mon visage,

Ses millions de rais,

Et mon coeur faible et doux, qui eut tant de courage

Pour ce qu’il désirait.

Je vous laisse ce coeur et toute son histoire,

Et sa douceur de lin,

Et l’aube de ma joue, et la nuit bleue et noire

Dont mes cheveux sont pleins.

Voyez comme vers vous, en robe misérable,

Mon Destin est venu,

Les plus humbles errants, sur les plus tristes sables,

N’ont pas les pieds si nus. –

– Et je vous laisse, avec son feuillage et ses roses,

Le chaud jardin verni

Dont je parlais toujours; –

– et mon chagrin sans cause,

Qui n’est jamais fini…

§

I miei libri, io li ho fatti per voi, giovani amici,
e vi ho lasciato dentro,
come fanno i bambini che mordono le mele,
il segno dei denti.

Ho lasciato le mani sulla pagina stese,
e, la testa in avanti,
ho pianto, come piange nel mezzo del viale
un temporale estenuante.

Vi lascio, nell’ombra amara del mio libro,
la fronte e lo sguardo,
e l’anima sempre che arde e ubriaca:
lì vi andranno le mani.

Vi lascio il chiaro sole del mio viso,
i suoi milioni di raggi,
e il mio cuore debole, che ebbe tanto coraggio
per i suoi desideri.

Vi lascio questo cuore e tutta la sua storia,
la sua dolcezza di lino,
e l’alba del mio viso, e la notte blu e nera
che mi riempie i capelli.

Vedete come a voi, in un misero vestito,
è venuto il mio Destino.
I più poveri viandanti, sulle più tristi sabbie,
non hanno così nudi i piedi.

– E vi lascio, col fogliame e le sue rose,
il giardino caldo brillante
che vi dicevo sempre; – e la mia pena immotivata
che non è mai finita…

ANNA-ÉLISABETH DE NOAILLES

Published in: on aprile 6, 2015 at 07:28  Lascia un commento  

Gemma

Da molto, da secoli, lontano
è quasi nullo il respiro
quasi foglia.
È regola del principe verde,
della Musa
la forza che si fabbrica un angolo
un ritaglio, coriandoli di cielo
un po’ equestre
un po’ sudato.
Da molto, da secoli, vicino
sei gemma di diamante e di latte
vena e linfa, il labbro
appiccicato del sole
il mio che suona
la musica dei bimbi nei prati,
il tuo, vivace.

Massimo Botturi

Published in: on aprile 6, 2015 at 07:24  Comments (2)  

Sogno mare

e il suo respir che
chiama
e odor di salso
penetra
e d’un brillar di luci
splende
e voli d’ali in lui
si sperdono.

Ed intimi ed onirici
i silenzi
e dolcemente sabbia
l’accarezza.

Ed urlan forte
l’onde
ed è di sangue
che al tramonto
avvampa.

Piero Colonna Romano

Published in: on aprile 6, 2015 at 07:23  Comments (8)  

Io sono

Io sono il gatto costretto ad evitare le auto in strada,
sono il cane abbandonato al centro
di un’assolata via di campagna
o sulla provinciale
proprio dove passa un’anima
al secolo.

Io sono la polvere sui tuoi mobili
su tutti i tuoi gingilli,
sono i cocci
delle tue porcellane
sono la tua fame
sono la tua sete.

Io sono i panni sporchi
che lavi ovunque
sono gli inviti che non ricevi
le visite che rifiuti
le telefonate cui non rispondi.

Io sono tutto quello
che tu vuoi io sia
e non so chi sei,
non sai chi sono-

Maria Attanasio

Published in: on aprile 6, 2015 at 07:17  Comments (3)  

Noi

Siamo stati parole che in brevi istanti

riempivano distanze lontane.

Voci che si cercavano

nel rintocco di ore mute.

Fiocca la neve ora tra noi

empie il vuoto di algida inanità.

Ieri era il sole che scaldava l’alito

o la brezza a portarci illuse armonie.

 

Siamo stati parole dal vento seminate

cadute nei cuori o in orecchie distratte

prima dell’afona noia

di mute consuetudini nutrice.

Inutile rinfocolare la cenere

scintillerebbe un istante di faville

disperdendosi nel vuoto esistente.

 

Elide Colombo

Published in: on aprile 6, 2015 at 07:04  Comments (4)