Tempo e silenzio

TEMPO E SILÊNCIO

Uma casa no céu

Um jardim no mar

A cotovia no meu peito

A reiniciar

Um desejo de estrelas

bater um pardal

Uma ilha em sua cama

Um por do sol

Tempo e Silêncio

gritando e cantando

Céus e beijos

Voz e tristeza

Nacer em sua risada

crescer em suas lágrimas

Vivendo em suas costas

morrer em seus braços

Tempo e Silêncio

gritando e cantando

Céus e beijos

Voz e tristeza

§

Una casa nel cielo,
un giardino nel mare,
un’allodola nel tuo cuore,
un tornare ad incominciare.

Un desiderio di stelle,
un batter d’ali di un passerotto,
un’isola nel tuo letto,
un tramonto.

Tempo e silenzio,
grida e canti,
cieli e baci,
voce e afflizione.

Nascere nel tuo sorriso,
crescere nel tuo pianto,
vivere sulla tua spalla,
morire nelle tue braccia.

Tempo e silenzio,
grida e canti,
cieli e baci,
voce e afflizione.

CESÁRIA ÉVORA

Published in: on aprile 23, 2015 at 07:48  Comments (2)  

Megalomane

Un occhio di riguardo
lo concedo al mio Passato,
al mio Pensiero un po’ distratto,
dei vostri, non m’importa.
Me la cavo in fretta
agli amici non dò retta
me la mettono sempre storta.
La mia vita fluì, è un soffio senza forza,
e sotto a questa scorza
vi son ansie che entrano sbadate
ad intricare in sé rare cose malandate.
Visitati i miei intermundi,
complicati in sottilissime materie,
regressus in infinitum, resto Io,
sofisma eterno, dopo c’è Dio.

Enrico Tartagni

Published in: on aprile 23, 2015 at 07:46  Comments (2)  

Fior di lavanda

Questo mio amor che mi pervade e inonda
è come un fiore che s’affaccia al sole
profuma d’acqua fresca e di lavanda
strepita sulle rocce come un’onda.

Tante parole forse son sprecate
ne basta a volte una e che sia vera
questo mio amore soffia come un vento,
ha in se il sapore della primavera.

Spazza le erbe e i fiori sopra i prati
ne raccoglie i profumi e te li porta
il viso mi rinfresca e m’accarezza
a nuovo amore ancor apre la porta.

Dentro il petto ruggisce prepotente,
si muove in sintonia col sentimento
accende un fuoco vivido e lucente
un fuoco che credevo fosse spento.

Salvatore Armando Santoro

Published in: on aprile 23, 2015 at 07:35  Comments (3)  

Marcia funebre

Passo…passo… lento…lento…
Lungo file di cipressi
Tra corone…tra lumini
E la musica seriosa
E le bocche silenziose….
Con il rosso intorno agli occhi
Con il nero in tutto il cuore
Va il corteo, dignitoso
imbevuto di dolore.
Passo…passo…lentamente
Stan guardando dentro il vuoto
Occhi tristi…occhi stanchi
Per cercar di rivedere…
Va il pensiero a ritrovare
Un momento…una parola…
E la lacrima che cola
Calda e mesta lungo il viso
Fa brillar nello sconforto
La speranza di chi – il morto –
Vuol saperlo in paradiso.

Armando Bettozzi

Published in: on aprile 23, 2015 at 07:29  Comments (1)  

Scarpe in amore

SCHÈRP IN AMÅUR

Quand äl schèrp
i andénn in amåur
ai suzdè un 24 x 2!
E tótt i curénn
a métter i pî a mói!

§

Quando le scarpe
andarono in amore
successe un 24 x 2!
E tutti corsero
a mettere i piedi a bagno!

Sandro Sermenghi

Published in: on aprile 23, 2015 at 07:23  Comments (1)