Inutile minoranza

Già. Ancora una volta i dissidenti

hanno optato per il non dissentire

in barba dei cittadini alle ire

dritto prendendosela sui denti.

 

Sono vocati ad essere perdenti,

stritolati dalle fatali spire

d’una matta voglia che oltre ogni dire

fa che ’l potere li renda impotenti.

 

Intanto prospera la regressione:

anni di lotta vengono annullati,

le conquiste vanno in prescrizïone.

 

Lavoro, scuola, giustizia immolati

sull’altare della sottomissione:

ritorna la società fatta a strati.

 

Umberto Marinello

Published in: on luglio 3, 2015 at 12:29  Lascia un commento  

O nella polvere o sull’altare

Soffia un vento di bufera

scrolla giovani fronde

e atterra le spighe mature

avvezze ad ondeggiare

in una danza di leggiadre armonie.

Frammenti d’azzurro tra nuvole nere.

Messi auspicate dalla speranza

saranno domani sul podio

o nella polvere di spighe

impedite a guardare quel cielo

che promise e non mantenne.

Non fu illusione, ma affidamento

scevro da prevenzioni

nella semplicità di chi è nato per donare.

E nel dono completa il suo ciclo vitale.

 

Elide Colombo

Published in: on luglio 3, 2015 at 07:30  Lascia un commento  

Fiore di neve

Dormono gli alberi sotto la neve

dormono i sogni e i desideri

le luci soffuse sotto la coltre

accendono sogni ancora infantili

dorme il dolore e dolce è l’attesa

di un mondo bianco senza più offese

dorme il mio cuore senza più affanni

e l’anima mia che mai riposa

si culla tranquilla nella pausa di vento

dorme il mio cuore e batte contento

fiore di neve candido e puro

tu mi sei accanto mi sento al sicuro.

Sandro Orlandi

Published in: on luglio 3, 2015 at 07:29  Comments (8)  

Quando è sera

Se un giorno diventasse la sera
quella vera, fatta di vapori soffusi
e liquidi cieli in attesa del buio,
potrei lasciare i pensieri nel pascolo
e andarmene in giro a cercare perdoni,
frasi accennate di falsi proverbi
e innocenze perdute nel gorgo del mondo.

Non sono pronto a morire d’inedia
di storia che non fa che ripetersi
specie se vivi quando torna indietro
specie se resta solo chiudersi dentro.

Vorrei conoscere la strada
che porta sul ciglio del mondo
e contare da solo i fili dell’erba
che mancano ancora.

Ma non serve piangersi addosso
metti piuttosto il pigiama
che assicura la pace
di chi ha sgominato un nemico.

Lorenzo Poggi

Published in: on luglio 3, 2015 at 07:01  Comments (1)  

Haiku

La prima lucciola,
perchè te ne vai?
Sono Issa.

Nuvole di zanzare,
tutto sarebbe spoglio
senza di loro.

O luna del monte,
illumina la via
al ladro dei fiori.

Solitudine:
dovunque guardo
vedo violette.

Ranocchietto ossuto,
non lasciarti sconfiggere!
Issa è qui, a incoraggiarti

Perle di rugiada:
in ognuna vedo
il mio villaggio

KOBAYASHI ISSA

Published in: on luglio 3, 2015 at 06:50  Lascia un commento