Amore per sempre

Amore per sempre2

E’ bello stringer fra le braccia un cane
sì da sentirne il dolce palpitare,
sul tuo petto calmarsi poco a poco
nel vicendevole nascere d’amore.

Da dissimile creato suo cuor giunge
e a te si da’ senz’esclusione alcuna,
dividerà con te la stessa strada
per un tozzo di pane e una carezza.

Gli occhi perennemente sul tuo viso
nell’adorarti come re sul trono,
e se vecchio svagarti non potrà
fra le tue braccia chiederà perdono.

Alberto Baroni

Published in: on novembre 12, 2015 at 07:49  Comments (8)  

Travel

L’eccitazione mi prende, dei virgulti
schioccati ad aria fresca dai rapidi sul due.
In fondo s’appartiene alla terra, ad ogni piana
che fa ballare l’occhio senza destinazione.
Non nome di paese conosco, ma i colori
gli odori delle tante pignatte, odori donna.
E processioni lente di luce, in ogni strada
di mondo tutto piatto o rotondo
non importa.
Soltanto qualche acqua salata le interrompe
l’agitazione dentro lo stomaco, il sapere
che in ogni letto dorme una Musa
e forse piange
poeti sconosciuti e fratelli, amori grezzi
sui loro cavallini di nuvole argillose.
In fondo s’appartiene alla gioia, all’oratoria
che fanno le bandane di uccelli sopra i fili
al rosso nascimento del sole.
A questa idea
che spenta l’automobile ci sia per noi qualcuno
le braccia aperte il giorno e la notte
a farci bene.

Massimo Botturi

Published in: on novembre 12, 2015 at 07:44  Comments (4)  

Chimere a confronto

Sfoglio pagine antiche,
tracce d’altrui cammino,
briciole sparse o sassi
a segnare il destino;
cocci di sogni alati,
rotte d’incerti voli,
recitate amicizie
per poi trovarsi soli.

Voglio saper se pesa
ogni amore mancato,
tradito, perso, sterile
o solo immaginato.
Analogie io cerco,
parzial consolazione,
di sbagliate chimere
e inutile afflizione.

Foglia d’autunno

Published in: on novembre 12, 2015 at 07:28  Comments (1)  

Allora

Il Cristo tuo, Madre

schiodato dai preti

allora,

cui turbava il confronto

d’ogni cristo quotidiano.

Amico in disparte

ritrovato, quando

ubriaco di me cercavo

nuovi mari per continuare

nell’incanto dei giorni

guardando negli altri

il vedermi affogare.

 

Giampietro Calotti C.

Published in: on novembre 12, 2015 at 07:15  Comments (3)  

Somebody to Love

Can anybody find me somebody to love?
Each morning I get up I die a little
Can barely stand on my feet
(take a look at yourself)
Take a look in the mirror and cry
Lord what you’re doing to me
I have spent all my years in believing you
But I just can’t get no relief,
Lord!
Somebody, somebody
Can anybody find me somebody to love?

I work (he works hard) hard every day of my life
I work ‘til I ache my bones
At the end (at the end of the day) I take home my hard earned pay all on my own –
I get down on my knees
And I start to pray (praise the Lord)
‘Til the tears run down from my eyes
Lord – somebody – somebody
Can anybody find me – somebody to love?

(He works hard)

Everyday
I try and I try and I try
But everybody wants to put me down
They say I’m goin’ crazy
They say I got a lot of water in my brain
I got no common sense
I got nobody left to believe
Yeah, yeah, yeah, yeah

Oh Lord
Somebody – somebody
Can anybody find me somebody to love?

Got no feel, I got no rhythm
I just keep losing my beat
I’m OK, I’m alright
I ain’t gonna face no defeat
I just gotta get out of this prison cell
Someday I’m gonna be free, Lord!

Find me somebody to love
Can anybody find me somebody to love?

§

Chi può trovarmi qualcuno da amare?
Ogni mattina mia alzo e mi sento morire un po’
Riesco a malapena a stare in piedi
Guardo lo specchio e piango
Signore cosa mi stai facendo?
Ho passato tutta la mia vita a credere in te
Ma non riesco a riceverne conforto, Signore!
Qualcuno, qualcuno
Chi può trovarmi qualcuno da amare?
Lavoro duro ogni giorno della mia vita
Lavoro fino a rompermi le ossa
Alla fine porto a casa la mia paga guadagnata duramente
tutto solo
Mi inginocchio
E inizio a pregare
Finchè le lacrime non mi sgorgano dagli occhi
Signore – qualcuno – qualcuno
Chi può trovarmi qualcuno da amare

(Lui lavora sodo)

Ogni giorno – cerco e cerco e cerco –
Ma sembra che tutti vogliano umiliarmi
Dicono che sto impazzendo
Dicono che ho il cervello pieno d’acqua
Dicono che non ho buon senso
Non mi è rimasto nessuno in cui credere
Yeah – yeah yeah yeah
Oh Signore
Qualcuno – qualcuno
Chi può trovarmi qualcuno da amare?
Non ho più sensibilità, non ho ritmo
Continuo a perdere colpi
Tutto bene, sono a posto
Non subirò più sconfitte
Devo solo uscire da questa cella
Un giorno sarò libero, Signore!
Trovatemi qualcuno da amare
Chi può trovarmi qualcuno da amare?

FREDDIE MERCURY

Published in: on novembre 12, 2015 at 07:06  Lascia un commento  

Da quando non ci sei

Dodiciundici

Da quando non ci sei

il sole ha rinnovato lo stanco giro

Hanno pulito l’asfalto

e voci distratte si smorzano

giù per la strada

.

Piovono pallidi i giorni

dietro quelle finestre

che sembrano tutte uguali

anche quella muta

che mi ripete il tuo addio

.

Eppure lo sento

sei volata via intatta

e gli artigli della notte

non toccheranno mai

le tue ali di dolore

.
Da quando non ci sei

ho visto ancora aprile

darci il suo tiepido saluto

Ma dorme ora l’autunno

sepolto nel rosso fogliame

Chi potrà risvegliarlo?

.

Attonito mi aggiro

io passante per caso

in questa vita che ci scoprì vicini

e scruto con tenerezza

l’abisso misterioso del tuo silenzio

.

Per Elisabetta, ovunque sia adesso

12/11/14-12/11/15

Published in: on novembre 12, 2015 at 04:38  Lascia un commento