Politica

Si sa, il partito degli evasori

risulta da sempre essere il più grosso

e pur se fan man bassa a più non posso

sono tranquilli: gli amministratori,

 

governo in testa, li sanno elettori,

così li vellicano fino all’osso.

Il loro stato non viene mai scosso:

è una difesa fatta a priori.

 

Così gli annunci vengono smentiti,

tutto si fa per favorire il nero,

si danno provvedimenti sbiaditi

 

almeno per coprire il buco nero.

Si bloccano le ruote ai periti

se si spingono ad un approccio vero.

 

Umberto Marinello

Published in: on novembre 13, 2015 at 07:32  Comments (3)  

La verità sta sulla stella più lontana

non cercate di comprenderla
e non giudicate.
Ho viaggiato a lungo
sulla cresta delle onde,
poi scendendo a terra
vagato su verdi colline,
cercato orizzonti.
Tuttavia, ho trovato
solo smarrimento
come in preda
a folli allucinazioni,
chiedendomi
cosa sia la bellezza.
Quindi vi prego,
non cercate di comprendermi.

Michela Turchi

Published in: on novembre 13, 2015 at 07:19  Lascia un commento  

Cantavi

Sentimento della terra,
tu cantavi nella notte
fiore inconsueto
della mia incolume speranza
ed io, scrivendo nella tenebra
mi domandavo
se era la morte o il mattino
che stavo aspettando

Marcello Plavier

Published in: on novembre 13, 2015 at 07:08  Lascia un commento  

Giacobbe e l’angelo

Poco prima dell’alba sospirando
lei lo stringeva così, e lo sconfisse.
E anch’egli la stringeva, e la sconfisse,
e sapevano entrambi: quella stretta
portava la morte.
E rinunciarono a dirsi i loro nomi.

Ma al primo chiarore
egli vide il suo corpo:
ed era ancora bianco
nei punti dove ieri
il costume da bagno la copriva.

Poi a un tratto da su la chiamarono,
due volte.
Come chiamando strappi una bambina
ai giochi nel cortile.
E lui ne seppe il nome e le permise
di andare.

YEHUDA AMICHAI

Published in: on novembre 13, 2015 at 07:04  Lascia un commento  

Spesso

La cosa più che mi anima è

quando al mattino mi sveglio

con la luce che trafigge fessure

va il pensiero “prima” al terrazzo

e poi arrivo io a spalancare

ferma

respiro, con lo sguardo lontano

come qualcuno mi invita a varcare

quel punto di luce che tutta mi invade

sul viso e sui miei pensieri ancora incerti

che vagano come le foglie di questo autunno.

 

Rosy Giglio

Published in: on novembre 13, 2015 at 06:51  Lascia un commento