L’aurora

Tic-tac
tac-tic,
lancettano
le vite,
le nostre,
tra destini
costruiti dentro.
Sospiro-respiro.

Tra le gelida
accuse di guerre
esterne
attraverso
la soglia
della nostra casa;
tutto un abbraccio
tra i colori
degli occhi suoi.

Adesso
lancetta
la vita, la mia,
tra l’odore
del suo sapore
pieno.
Desiderata
dentro.
Respiro…
sospiro.

Glò

Published in: on marzo 30, 2016 at 07:48  Comments (1)  

Coriandoli

Una miriade di coriandoli
ad invadere il selciato
Si attaccano al mio passo:
gialli, rossi, verdi, blu……..
Altri bruciano verso l’alto,
nell’incessante scoppiettare
di bellezza e paura.

Fuoco ad incendiare
le nostre vite,
mai sazio di ardere.

Michela Turchi

Published in: on marzo 30, 2016 at 07:43  Comments (1)  

Salotti parolosi

Con lingue parassite e biforcute,
e a urla distraenti caricate,
e con ciuffosi peli inzaccherate
fanno a chi più, spinose le ha, e acute,

ai parolosi incontri nei salotti
pronte a sfoggiar mediocrità… ottusismo…
e a rintuzzarsi ognun col rinfaccismo
sicuri che ci han tutti quanti cotti…

Ma basterebbe a ognuno e a tutti noi
staccar la spina pe’ azzittirli tutti…
e udire sol del mar gli ondosi flutti
e lasciar quelli a immaginarsi un poi…

Ma san che il loro gioco è fascinoso,
ché addirittura sanno far sparire
da destra – ed a sinistra riapparire –
il tizio…il caio…col lor far giocoso.

Ma, con cinismo, se fa l’altro, il passo,
son guai…con tutti quanti a starnazzare!…
Però se chi urla è stesso lui a fare,
è ben legittimoso…Ma che spasso!…

Armando Bettozzi

Published in: on marzo 30, 2016 at 06:56  Comments (1)  

Vali di più

Tu vali più del tempo che passo a pensarti
Delle rose che coltivo nel tuo nome
Vali più del mio sorriso spontaneo quanto ti vedo.

Tu vali più del sole che t’indora
Del vento che ti tocca i capelli e li profuma
Tu vali più di tutti quelli che tocchi
E poi ritocchi
Scoprendo nervi e radici
Di malattie e pensieri.

Tu vali più dei tuoi figli
Più di quanto ti possano mai dare
Vali più tu di tutti i miei piccoli dolori
Messi in fila a fare giorni mai uguali.

Tu vali più del mio mettermi in croce
E poi leccarmi le ferite.

Tu vali più della calma che mi sai dare
Dopo che il cuore sembrava impazzito
Tu vali più del mio foglio bianco
Più di tutto quello che riuscirò mai
A metterci dentro

Maria Attanasio

Published in: on marzo 30, 2016 at 06:52  Comments (1)  

L’anima di un amico

Vide una volta maltrattare un cane – dicono –
mentre passava, e n’ebbe pena, e disse:
“Basta con le percosse! Certo lì c’è l’anima
di un amico: lo sento dalla voce”.

SENOFANE DI COLOFONE

Published in: on marzo 30, 2016 at 06:52  Comments (1)