Delirio di potenza

Non si pone limiti all’arroganza

chi bivacca nei posti di potere.

Nessuno scandalo gli fa temere

guai, tanto è forte la tracotanza.

 

Decide, comanda, marcia ad oltranza.

Sfida dei suoi e del popolo il parere

certo che si continuerà a tacere

e non si cura della lontananza.

 

Chi del potere soggiace all’ebbrezza

finisce presto per pagarne il fio:

la storia insegna, è una certezza.

 

Ne abbiamo avuti d’inviati da Dio

e sono atterrati nella monnezza.

Risultato? Alla sbornia addio.

 

Umberto Marinello

Published in: on aprile 16, 2016 at 07:47  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/04/16/delirio-di-potenza/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Concordo con l’indignazione di Umberto, espressa con efficaci versi. Complimenti! Piero

  2. Bellissimo sonetto pieno di ironia e di verità, meglio non si poteva dire di questo omuncolo!
    Alberto B.

    • Bravo bravo! Mi ritrovo appieno!
      Tinti

  3. Verità di un “Io sono il credo” in bellissimi versi.
    De Simone


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: