Lungofiume Po

Sul lungofiume tanto amato
spesso si stendono mucchi
polverosi di carte e ossi
come cadaveri di mummie

cammini fra sassi e sterpaglia
osservi con ringhioso
dire la tomba miserevole
del vivere umano

ti chini infastidito
tra mosche e lerciume
vorresti vangare!
Col tuo insanguinato cuore
non riesci a sollevare
la vanga.

Marcello Plavier

Published in: on aprile 19, 2016 at 07:07  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/04/19/lungofiume-po/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Caro amavi Torino come me!
    Tinti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: