C’era una volta un Ceppo

C’era una zia Suora e un antico Ospedale

a Pistoia.

C’è un nipote tuttora, che andava a trovarla

a Pistoia.

L’ospedale da secoli ha ospitato ammalati, la zia Suora

a Pistoia

sessant’anni solo ha curato persone.

 

Il nipote giocava bambino nel parco d’alberi Pini

a Pistoia.

Diventava grande, la zia suora per lui

restava la stessa nel porgere mani

a Pistoia.

 

Un giorno, Suor Cesarina è Medaglia al Valore

a Pistoia:

“Volti di un Cristo disperso

in quei giorni codardi mi guardano ancora.

L’acciaio ha raschiato lacrime al pianto, non solo

a Pistoia.

Di tanti neppure un nome e di certo

il sangue indossato ha una sola tintura:

– Ho salvato Partigiani – dicono

a Pistoia.”

 

Anche questo nei secoli

nel glorioso Ospedale del “ Ceppo”

a Pistoia.

 

Giampietro Calotti C.

Annunci
Published in: on maggio 10, 2016 at 07:02  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/05/10/cera-una-volta-un-ceppo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Bella questa dedica a un antico ospedale di Pistoia
    Mi piace evidenziare un verso “il sangue indossato ha una sola tintura”

    Bravo Giampietro!

  2. Mi associo al commento di Giuseppe.
    Bravo!

    Graziella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: