Essere

Appoggiata al tuo petto
Ascolto il tuo respiro
Irregolare
Sequenze di ritmi
Si susseguono
Respiri uguali
Si interrompono
Cambiano
Il mio è più tranquillo
E ampio
Ne contiene uno e un po’
Dei tuoi
Tu dormi e piano piano
Perdo anch’io coscienza
Non misuro più il mondo
E sprofondo
Nell’inconsistenza lieve
Dei sogni
Non dormo e non son sveglia
E vedo colori
Azzurri e turchesi
Sento il suono delle onde
La morbidezza della sabbia
Dove ad agio appoggio i piedi
Più tardi mi sveglio
Tu dormi ancora
Nel sonno i nostri respiri
Si sono accordati ed ora
Vanno all’unisono
Vanno e vengono
Come le onde del mare
Non mi muovo
Non ti voglio destare
Voglio restare
Nella semincoscienza
Nel miracolo
Dei nostri respiri
Che si muovono assieme
Che sono uno
Nel nostro essere un essere
Essere vita e mare

azzurrabianca

Published in: on maggio 10, 2016 at 07:05  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/05/10/essere/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Cara mi sono immersa nel tuo canto
    Grazie grande!
    Tinti

  2. Veramente molto bella!!
    Simone

  3. Un dolce canto d’amore!

  4. Meravigliosa!!!

    Graziella


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: