Gondola

La gondola

… scommetteva e perdeva
e incurante rideva
saltando a piè pari
problemi assai chiari
e mentre inclemente
giungeva il gran niente
con un riso amaro
fischiava, il somaro!
… … …
… fra carte dell’arte
tracciate da sarte
su un foglio in cartella
entrava l’ombrella
che assieme a un sorbetto
sdraiato nel letto
diceva sorniona:
“Io son quella buona,
son qui che t’aspetto,
tra poco ormai piove
e il mondo sommuove”

Sandro Sermenghi

Published in: on maggio 17, 2016 at 06:52  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/05/17/gondola/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Grazie sempre caro sandren!
    Tinti

  2. Mi pare, nella rima baciata e scritta accuratamente in senari, una dolce filastrocca che disegna una immagine che è nella mente dell’autore.
    Bella!
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: