Passeggiando le notti

Passeggiando le notti a passi lenti

sento ora una qualche lontananza,

le note sono dolci nel recinto                                  

ma lo spazio chiuso è troppo pieno

di fiori maturati.

Se posti un sentimento di tristezza

lo abbraccio con ardore 

ma non basta

lo striminzito tutto,

prima è fuoriuscito un qualche sorso

che mi ha condotto avvicinarmi al cuore,

sembra che sia ricambio di pensiero,

ti piace vedere volteggiare

rondini al tuo balcone

senza un filo di luce

per potersi fermare e riposare,

ti avvolge una coperta di parole

morbida ti riscalda non ti chiedi

se anche la coperta avesse un cuore.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on maggio 17, 2016 at 07:32  Comments (5)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/05/17/passeggiando-le-notti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. Anche io mi metto sotto quella coperta che sono certa abbia un cuore
    Tinti

  2. Grazie cara Tinti. Cari saluti
    Giuseppe

  3. Bellissima!

    Graziella

  4. Pur se ne non colgo appieno il senso completo, sento un dolce sentimento racchiuso in questi versi e ciò mi basta!
    Bravo Giuseppe!
    Alberto B.

  5. Versi bellissimi che lasciano grandi spazi liberi al sentire e ai sentimenti.
    De Simone


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: