Pedone

Sento una paura invincibile
in presenza dell’altezza misteriosa;
io sono soddisfatto della rondine nei cieli
e amo il volo delle campane!

E, sembra, antico pedone,
che sopra l’abisso, sui ponti che si curvano,
ascolto come cresce una palla di neve
e l’eternità batte sulle ore di pietra.

Se così fosse! Ma io non sono
quel viandante che passa rapido sulle foglie sbiadite
e veramente in me canta la tristezza.

In realtà, la valanga è sulle montagne!
E tutta la mia anima è nelle campane
ma la musica non salva dall’abisso!

OSIP ĖMIL’EVIČ MANDEL’ŠTAM

Advertisements
Published in: on maggio 23, 2016 at 07:47  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/05/23/pedone/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Bella e dolce. L’ultima strofa incanta.
    Grazie Massimo

  2. un grande poeta! grazie, Massimo, per queste “chicche” regalate!

  3. Molto bella Mx, anche se un pochino ermetica! Grazie!
    Alberto B.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: