La mia casa

LA MIA CA’

Se ti ‘n di
It passèise ‘nt el pra
Ad ca’ mia
Scota tesor
El respir ed l’erba nueva
Versè so profum ant la fauda del mund.
Guarda le gemme perchè
Doman ij busson
Fiorinan tuti ‘d reuse
Per ti

Ant le ven-e a sarà
Come at nassèjsa ‘l trafeuj
E mi sarai lì
Come brassabòsch
Ambrassà a na pianta ad gasia

Se ti ‘n di
It passèise ‘nt el pra
Scota tesor,
cerca cola pianta ‘d gasia
e l’ram dl’ambrssabòsch
t’ofrirà na colan-a
piena ‘d basin

§

Se tu un giorno
Passassi nel prato
Di casa mia
Ascolta tesoro
Il respiro dell’erba nuova
Rovesciare il suo profumo
Nel grembo del mondo
Guarda le gemme perchè
Domani i cespugli
Fioriranno tutti di rose
Per te

Nelle vene sarà
Come se nascesse il trifoglio
Ed io sarò li
Come un’edera
Abbracciata ad un albero di gaggia

Se tu un giorno
Passassi in quel prato
Ascolta tesoro,
cerca quella pianta di gaggia
ed un ramo dell’edera
ti offrirà una collana
di baci.

Marcello Plavier

Published in: on maggio 29, 2016 at 07:20  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/05/29/la-mia-casa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. E’ carinissima! Poesia d’amore dolce e delicata che, pur se espressa in dialetto, non perde nemmeno un attimo della sua dolcezza:
    Complimenti Marcello! Il saper scrivere poesie in dialetto, mi manca, e mi fa sentire poeticamente incompleto! Ti invidio🙂
    Alberto B.

  2. Caro carissimo! Tra le tue piu belle
    Tinti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: