Di luna e stelle

Resisterà la luce di questi giorni,
anche di quelli che non sento miei,
dei mezzodì che versano il nettare
di un sole giallo, giallo come il sole
che da bimbo m’agitavo a disegnare,
raggi ed occhi a risaltar sui fogli.

Resisterà il via vai di questa vita
che ogni volta è un po’ diversa
tra casa, auto, ufficio e strada,
in mezzo due tre caffè ristretti,
un tramezzino quando mi va male
o due spaghetti nel miglior dei casi.

Poi viene sera ed io mi riconosco,
doccia d’affetto e qualche fischio,
due chiacchiere con chi mi ama
la cena spicciola con chi amo,
telegiornale su questo o quel canale,
sguardi e parole con loro a me vicini.

Poi viene notte e un po’ mi sveglio.
Specie d’estate e con la buona sorte,
di luna e stelle non so fare a meno
e non per becero abbandono
ma sol perché con quelle lì
il dì mi dura. E anche la vita.

Aurelio Zucchi

Published in: on giugno 2, 2016 at 07:35  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/02/di-luna-e-stelle/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Bello questo perdersi nella quotidianità della vita e questo ritrovar se stessi fra le braccia di chi ti ama e nella libertà di un cielo stellato!
    Complimenti!
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: