Spirali e vertigini

Dove ti addentri quando sulle
isole cospargi quell’ ombra
che si denuda e riveste di
bava e macchie e lacci. Misera
me che non tollero catene! Voglio
tirare al molo la tua barca.
Ondeggiare verso il faro. Essere
del legno la sola impalcatura! Stringiti
tra i remi. Ridammi me creatura!

Lady Rose

Published in: on giugno 12, 2016 at 07:36  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/12/spirali-e-vertigini/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Molto brava, complimenti
    Simone

  2. Abbastanza ermetica nelle metafore, ma bella costruzione!
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: