Paura di volare

Prigioniero di un cieco timore
rinunciai alle strade del cielo,
scegliendo per comoda sorte
un destino senza ali né vento.
A quanti giovani sogni,
a quanti inebrianti decolli
ho negato la voglia e il desìo,
a quante mete lontane
spedii il mio vigliacco rifiuto!
E quanti racconti di viaggio
rubati con avide orecchie
nascosi nell’ombra invidiosa!
Nell’antro dei giorni miei illusi
raccolsi a migliaia le mappe,
le copie virtuali a colori
dei luoghi che non vedrò mai.
Né Africa, né India, né Australia,
son lembi di carta i vessilli
che sventolano su quei confini,
e l’agognata tua America
è come un rosso miraggio
che incendia il deserto del cuore.
Sempre così fu il mio vivere strano:
mancava il coraggio del volo,
un balzo a raggiunger la luna,
la spinta per andare lontano.
Sempre l’ombra di un tetto ho cercato,
un rifugio ai miei vili discorsi,
un pretesto alle corte mie idee,
e nel fondo del mio nascondiglio
alibi offrivo ai miei sogni perduti.
Anche oggi del mio volo ho paura,
e attendo non so quale aiuto:
vorrei fossi tu a donarmelo
quell’addio che non ti so dire.

Fabio Sangiorgio

Published in: on giugno 13, 2016 at 07:47  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/13/paura-di-volare/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Poesia intimistica eccezionale
    Simone


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: