Er male più contaggioso

Ma che volémo dì…Quale morale…?!
Sì ‘n ce sta gnènte e nun ce sta nisùno
che pe davéro pòssa fà er tribbùno
che ciàbbi er mòdo de stroncà quer male

ch’è un male assai tignoso e primordiale,
co er rischio der contàggio a ciaschidùno
gni sempre che ce stii un gran raduno
de sòrdi, e poca pena in tribbunàle?

La pena corporale – giustamente –
nun ce pò stà in un popolo civile…
Ma manco c’è che làsseno co gnènte

cioè, co solo quarche straccio e basta
chiunque arùbba, perché qua, lo stile
è de…nun troppo urtà…chi cià le mano in pasta.

Armando Bettozzi

Published in: on giugno 23, 2016 at 07:11  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/23/er-male-piu-contaggioso/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Gradito sonetto in vernacolo romanesco, i versi suonano bene e l’argomento è attuale fortemente condivisibile!
    Complimenti Armando!
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: