Ciechi e sordi

Sordo

Quante batoste ancora per capire

che avete tutto sbagliato tradendo

principi, ideali, alla destra aprendo

per al governo consensi carpire?

 

Ma come fate ancora a non sentire

quanto la fiducia stia scendendo

che al furore di comando cedendo

la democrazia farete morire?

 

Un cerchio magico di cortigiani

non giova alla salute del paese,

né gli oppositori se non son sani.

 

I voti contro non sono sorprese

e tanto meno le astensioni immani.

Vi stancherete mai d’averle prese?

 

Umberto Marinello

Published in: on giugno 24, 2016 at 06:57  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/24/ciechi-e-sordi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Un sonetto con qualche verso un po’ zoppicante per cercar la rima, ma un tema di grande attualità, con il quale non posso che convenire.
    Alberto B.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: