A Bifo

Ecco, ho in mano l’ultimo dei tuoi libri,

splendidi e lontani come galassie,

pieni del tuo splendido

proletariato tutto inventato.

E ti rivedo nel tuo eterno sessantotto,

sciarpa rossa e capelli al vento,

correre lungo le vetrine

disegnando falci e martelli rossi

senza mai infrangerle.

E di chi lo faceva non t’importava

e ti prendevi le colpe.

E davi del fascista ad un compagno

perché ammazzava un gatto

correndo ad un picchetto.

Il comunismo adesso… il comunismo

dopo il futuro… solo dolcezza

solo carezza, solo sorriso e delicatezza.

Lontano come galassia.

 

Patrizia Tomba

Published in: on giugno 26, 2016 at 07:49  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/26/a-bifo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Si lontano come una galassia!
    Purtroppo
    Tinti

  2. Molto interessante e… impietoso. Una delusione-disillusione…. Che ancora fanno male.
    Sandro


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: