Don Chisciotte

Discaro vagolare di fuggiaschi
rifiutati dall’onda e dalla riva…
sostano sul bagnasciuga
una mamma un bambino piangenti
come i sogni gremiti di pane
accarezzano ancora le notti…
guarda
dal suo cantuccio logoro dal tempo
affacciato allo specchio
don Chisciotte…
glissando strappato alle corde
fende l’aria
della piazza gremita di folla,
grida ai giganti
che girano
come le pale del mulino a vento.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on giugno 26, 2016 at 07:05  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/06/26/don-chisciotte/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Grazie caro amico sei stato grande!
    Tinti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: