La stanchezza dei giorni

La stanchezza dei giorni
Si riflette sui nostri percorsi
Tu con nuove avventure
E a me nuove chiusure
Allestisco farfalle
Ali e colori sulla pelle
Tu ti accendi
Risplende in te il mio seno
Risplendo in te
Al tocco delle tue mani
Ti coccolo amore
Di carezze e parole tenere
Ti vorrei tenere
Sempre tenere con me ma tu
Non mi coccoli che nel giro
Di un incontro
Sempre più fugace
Sempre meno le tue parole
Le nostre anime sole
Non hanno incontro altro
Che nella fretta dei sensi
È un riflesso
È tutti i desideri accesi
E il desiderio di averti
Ancora innamorato ma oggi
Non mi hai nemmeno baciato
Il tuo braccio attorno a me
È svogliato e tu sei lontano
È un’abitudine stanca
Non c’è vera accoglienza
Ti sei già addormentato
Dopo essere stato un attimo
Con lo sguardo aperto al vuoto
Io sto accoccolata al tuo
Corpo inerte e non c’è
Tenerezza non c’è più
La nostra bella pienezza
La complicità dell’essere in due
Poi parli per dire
È ora di andare
Quest’anno il caldo
Non si è fatto troppo sentire
Qualche frase banale
Per completare la distanza
Fra noi nella tua stanza
No, il caldo mi ha disturbata
Io l’ho sentito
E mi dà fastidio non sentirti più
Non averti più come prima
La tua dolcezza di
Mandorle e sole
Di cura e di parole
Mi fa male più del caldo
Quel tuo sorriso falso

azzurrabianca

Published in: on settembre 1, 2016 at 07:05  Comments (5)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/09/01/la-stanchezza-dei-giorni/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. la percezione della distanza che si crea, senza parole, senza comunione, vero …

  2. Una poesia che fa riflettere perchè è l’emblema della fine dell’innamoramento, dove molte coppie si sfasciano non riuscendo più ad esprimere i propri sentimenti nè la propria sessualità. Perchè? Sarebbe un lungo parlare per affrontare l’argomento qui in Cantiere.
    Comunque un brava ad Azzurra che ha affrontato l’argomento, peraltro già più volte sentito da poetesse donne? Sarà colpa degli uomini?
    Alberto B.

  3. L’abitudine che distrugge i sentimenti più belli. Ed Azzurrabianca è bravissima a rendere, con questi versi pieni di pena, una profonda pena. Complimenti. Piero

    • Si azzurra hai resp l’idea della routine che uccidr l:amore
      Tinti

  4. Molto bella.
    Simone


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: