L’ampolla

Non devi aver paura, amore mio,
se alla tua bellezza sottrarrò
un respiro, solamente un respiro,
un colore che a caso sceglierò,
un odore, il primo che emanerai.

Con attenzione poi li verserò
in un’ ampolla di pregiato vetro
che io chiamerò meraviglia.

No, non resterà ad ammuffire
nello scaffale dei ricordi belli
giacché la porterò per sempre
in ogni luogo e in ogni istante.

Vorrò vederla destreggiarsi
sopra le onde calme del mare
oppure nelle fortunate aurore
mentre rugiada scorre alle pareti.

La userò come nuova clessidra
nelle ore in cui tu mi mancherai
e aspetterò il volgere del tempo
con tracce d’amor che non muore.

Aurelio Zucchi

Published in: on settembre 1, 2016 at 07:12  Comments (4)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/09/01/lampolla/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. Molto bella! E’ l’esplicazione di un sogno! Ah! Se si potessero trasformare l’emozioni in profumo e conservarle, sarebbe meraviglioso!
    Complimenti!
    Alberto B.

    • Grazie aurelio per le emozioni che ci fai provare!
      Tinti

  2. Molto, molto bella.
    De Simone

  3. Bellissimo, questo aver cura di un respiro, per non lasciarla andare e non sentire di lei mancanza.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: