Silenzi analfabeti

Grano notte

Non ti fermare a pensare
quando senti crescere il frumento.

Devi solo riconoscerne il suono
tra i sussurri della notte.

Sa di calzari abbandonati
su zolle spaccate.

Sa di millenni di uomo
e la fatica di vivere.

Sa di spighe macchiate
del sangue di mille battaglie.

Sa di ossa splendenti
nelle notti di luna.

Sa di silenzi analfabeti
sotto il sole che picchia.

Lorenzo Poggi

Published in: on settembre 4, 2016 at 07:08  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/09/04/silenzi-analfabeti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: