Solstizi d’inverno

Prigionieri in solstizi d’inverno
con la notte che si ferma a pensare
ed il giorno che fugge nell’ombra,
siamo foglie impigliate
in forcelle di rami spogliati dal vento.

Foglie come fazzoletti strappati
di memorie arrangiate
o tracce di sogni da obliterare
dove si paga il biglietto
d’una corsa a ritroso nel tempo.

Foglie come mani da esaminare 
per una vita già scritta,
negli intrecci datati di vene
e linee sopite nel palmo.

Siamo foglie in vetrina
impigliate in forcelle di rami 
spogliati dal vento.

Lorenzo Poggi

Published in: on settembre 13, 2016 at 07:12  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2016/09/13/solstizi-dinverno/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Che forza quella notte che si ferma a pensare e chissà quanto costerà quel biglietto! ma il nostro Lorenzo ci ha abituati al suo graffiante poetare e personalmente ne sento proprio il bisogno.
    Bella, come sempre.

    • Snche a me mancava lo stile svarno ,nrtto ed efficace del nostro lorenzo’
      tinti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: